Firelight (film 1964)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Firelight
Titolo originale Firelight
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1964
Durata 135 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere avventura, fantascienza
Regia Steven Spielberg
Soggetto Steven Spielberg
Produttore Arnold Spielberg

Leah Spielberg

Fotografia Steven Spielberg
Musiche High School Band
Trucco Jean Weber

Firelight è un film d'avventura del 1964 scritto e diretto da Steven Spielberg quando quest'ultimo aveva appena 17 anni, con un budget di 500 dollari. Venne proiettato nel cinema locale e fece guadagnare al regista un dollaro. "Ho contato le entrate in quella notte [...] e noi facevamo pagare un dollaro a biglietto. Cinquecento persone vennero al film e credo che qualcuno probabilmente pagò due dollari, perché abbiamo fatto un dollaro di profitto quella notte, e basta."[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Firelight narra di un gruppo di scienziati - in particolare di Tony Karcher e Howard Richards, che credeva all'esistenza degli UFO, che indaga su una serie di luci circolari che appaiono nel cielo e la conseguente scomparsa di persone, animali e oggetti nella fittizia città statunitense di Freeport, in Arizona.

Spielberg, che mostra la sua maturità di adolescente, ha coinvolto il disaccordo coniugale tra Kercher e sua moglie Debbie e l'ossessiva ricerca di Richards per convincere la CIA che la vita aliena non esiste. Arriva la svolta, rappresentata da tre alieni, che rilevano il loro scopo: il trasporto di Freeport sul loro pianeta Altaris per creare uno zoo umano.

Cast[modifica | modifica sorgente]

Molti attori del cast di Firelight provengono dalla produzione della Arcadia High School. La sorella di Spielberg ha avuto un ruolo primario nella pellicola.

  • Clark Lohr (Howard Richards)
  • Carloyn Own (Madre di Lisa)
  • Robert Robyn (Tony Karcher)
  • Nancy Spielberg (Lisa)
  • Beth Weber (Debbie)
  • Margaret Peyou (Helen Richards)
  • Warner Marshall (Soldato)
  • Dede Pisani (Amante)
  • Tina Lanser (Colf)
  • Chuck Case (Ragazzo)

Produzione e musica[modifica | modifica sorgente]

Spielberg stesso compose la colonna sonora di Firelight, con il suo clarinetto, mentre la madre del regista ha aggiunto un pezzo di piano. La Arcadia High School ha poi ricreato l'intera colonna sonora.

Il film venne girato durante i week-end. Molte scene furono girate a casa di Spielberg e nel suo garage.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Da Inside the Actor's Studio con James Lipton che intervista Steven Spielberg

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema