Fioravante Baldi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fioravante Baldi
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1946 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1932-1934 Foggia Foggia 45 (27)
1934-1943 Torino Torino[1] 215 (46)
1945-1946 Napoli Napoli 17 (2)
1945-1946 Cesena Cesena 11 (5)
1945-1946 Piombino Piombino 4 (1)
1947-1948 Cesena Cesena  ? (?)
Carriera da allenatore
1947-1948 Cesena Cesena
1950-1951 Piombino Piombino
1951-1953 Catania Catania[2]
1953-1954 ACIVI Vicenza ACIVI Vicenza[3]
1954-1955 Monza Monza
1955-1956 SPAL SPAL[4]
1956-1958 Torino Torino[5]
1958-1960 SPAL SPAL[4]
1960-1961 Palermo Palermo
1961-1962 Napoli Napoli[6]
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Fioravante Baldi (Basilea, 14 gennaio 1913maggio 1976[7]) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Fratello minore di Giuseppe e Adelmo, anch'essi calciatori, era pertanto conosciuto anche come Baldi III.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Messosi in luce con due campionati nel Foggia fra terza e seconda serie, nel 1934 venne acquistato dal Torino, con cui esordì in Serie A con il 30 settembre 1934 in Torino-Triestina (3-1) mettendo a segno un gol[8].

Con i granata diventò una delle bandiere, disputando nove stagioni dal 1934 al 1943 assistendo alla nascita del Grande Torino, ed emergendo, soprattutto nelle prime stagioni, come buon realizzatore (35 reti nei primi 4 campionati, risultato rilevante per un centrocampista).

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Portò la SPAL ad un 5º posto in Serie A che sarà il miglior risultato di tutta la storia della società ferrarese. Allenò in due riprese il "suo" Torino, nella stagione 1956-1957 e l'anno dopo, nella stagione 1957-1958, quando subentrò a Blagoje Marjanovic[9].

Da allenatore del Palermo fu esonerato durante l'ultima giornata di campionato della stagione 1960-1961, giocata a Foggia, fra il primo e il secondo tempo[10], poi culminata con il ritorno in Serie A dei rosanero[11]; guidò anche il Napoli nel campionato di Serie B 1961-1962 fino alla 21ª giornata, quando fu sostituito da Bruno Pesaola.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Statistiche da calciatore su archiviotoro.it
  2. ^ Gli allenatori rossazzurri dal 1946 calciocatania.info
  3. ^ Profilo su Museovicenzacalcio1902.net
  4. ^ a b Tutti gli allenatori chespal.it
  5. ^ Statistiche da allenatore su archiviotoro.it
  6. ^ Almanacco del Calcio Napoli 1961-1962 areanapoli.it
  7. ^ Il grande Torino di Raf Vallone si allenava suonando musica swing? tropeamagazine.org
  8. ^ 1934-35 Torino Triestina 3-1 cuoretoro.it
  9. ^ Scheda da allenatore del Torino excalciatorigranata.to.it
  10. ^ Aneddoti - Curiosità nella storia spazioinwind.libero.it
  11. ^ Cinque allenatori per la rinascita, repubblica.it, 25 aprile 2013

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]