Finsiel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Finsiel - Finanziaria per i Sistemi Informativi Elettronici S.p.A.
Logo
Stato Italia Italia
Tipo Società per azioni
Fondazione 13 aprile 1981
Fondata da
Chiusura 2005
Settore Informatico

Finsiel - Finanziaria per i Sistemi Informativi Elettronici S.p.A. era un'azienda italiana a capo di un gruppo che operava nel campo dell'information technology che è stato negli anni 80-90 uno tra i principali leader italiani ed europei del settore.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Finsiel era nata il 13 aprile 1981 con il nome di Figin - Finanziaria Generale per l'Informatica S.p.A.. Gli azionisti erano l’IRI (83,3%) e la Banca d'Italia (16,7%). Nel luglio dello stesso anno diventa Finsiel. Tra le sue partecipate c'era anche l’Italsiel.

Il Gruppo Finsiel comprendeva alla fine degli anni ottanta oltre 10 società (Italsiel, Sogei, Insiel, Tecsiel, Netsiel, Agrisiel, Banksiel, Datasiel, Krenesiel, Sispi, Informatica Trentina, Aspasiel, IcSoft, Consiel) e 7.000 professionisti operanti nella consulenza e nei servizi IT per la Pubblica Amministrazione, le banche, le aziende di trasporto (tra cui il settore ferroviario con Tele Sistemi Ferroviari, nata nel 1994).

Negli anni novanta viene acquisita da Telecom Italia e diventa Finsiel - Consulenza e Applicazioni Informatiche S.p.A..

Il 2 giugno 2002, Finsiel vende Sogei al Ministero dell'Economia al prezzo di 36 milioni di euro.[1]

Dal 2005 la proprietà del Gruppo Finsiel è di AlmavivA, la holding di Alberto Tripi che controlla anche il Gruppo COS ed a inizio 2007 Finsiel è stata incorporata definitivamente in Almaviva.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Articolo su Punto Informatico
Economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Economia