Fingersmith

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fingersmith
Titolo originale Fingersmith
Paese Regno Unito
Anno 2005
Formato miniserie TV
Genere Drammatico, crimine, romantico
Puntate 3
Durata 181 min.
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio
Colore colore
Audio stereo
Crediti
Regia Aisling Walsh
Soggetto Sarah Waters
Sceneggiatura Peter Ransley
Interpreti e personaggi
Fotografia Simon Kossoff
Montaggio Bryan Oates
Musiche Richard Blackford, James Collins
Scenografia Malcolm Thornton, Leigh Walker
Costumi Susannah Buxton
Effetti speciali Ed Smith, Jody Taylor, Rob Tucker
Produttore Georgina Lowe
Produttore esecutivo Sally Head
Casa di produzione Sally Head Productions, BBC
Prima visione
Prima TV Regno Unito
Dal 27 marzo 2005
Al 10 aprile 2005
Rete televisiva BBC One

Fingersmith è una miniserie televisiva inglese in tre parti trasmessa su BBC One dal 27 marzo al 10 aprile 2005[1]. È tratta dal romanzo Ladra di Sarah Waters[2] ed è stata candidata nel 2006 come Best Drama Serial ai BAFTA TV Awards.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'imbroglione Richard Rivers decide di compiere la truffa più ambiziosa della sua vita: derubare la ricca e giovane ereditiera Maud Lilly seducendola per convincerla a fuggire con lui. Per raggiungere il suo scopo, Rivers chiede l'aiuto di Sue Trinder: cresciuta tra ciarlatani e borseggiatori dopo essere rimasta orfana, la ragazza viene curata e protetta da Mrs. Sucksby, che non vorrebbe vedere Sue coinvolta in quel mondo, ma che accetta di buon grado le 3.000 sterline offerte dal vecchio amico Rivers. Arrivata alla tenuta dove Maud vive con il ricco zio, le due ragazze diventano amiche, ma nonostante questo Sue continua la truffa, consigliando a Maud di accettare la proposta di matrimonio di Rivers.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Low life, high drama - from 27 March on BBC ONE, 18 marzo 2005. URL consultato il 28 ottobre 2012.
  2. ^ (EN) Sarah Waters' Fingersmith in production for BBC ONE, 20 agosto 2004. URL consultato il 28 ottobre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione