Filomena Delli Castelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
on. Filomena Delli Castelli
Bandiera italiana
Assemblea costituente
Filomena Delli Castelli
Luogo nascita Città Sant'Angelo
Data nascita 28 settembre 1916
Luogo morte Pescara
Data morte 22 dicembre 2010
Titolo di studio laurea in Lettere e Filosofia
Professione insegnante
Partito Democrazia Cristiana
Gruppo Democratico Cristiano
Collegio L'Aquila
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
Luogo nascita Città Sant'Angelo
Data nascita 28 settembre 1916
Luogo morte Pescara (pe)
Data morte 22 dicembre 2010
Professione insegnante
Partito Democrazia Cristiana
Legislatura I, II
Gruppo Democratico Cristiano
Circoscrizione Abruzzo
Collegio L'Aquila
Incarichi parlamentari
  • Segretario della Commissione speciale per l'esame e l'approvazione dei disegni di legge sul teatro e sulla cinematografia - I legislatura
  • Segretario della Commissione speciale per la ratifica dei decreti legislativi emanati nel periodo della Costituente - I legislatura
  • Componente della I Commissione (Affari interni) - I e II legislatura
  • Componente della VI Commissione (Istruzione e belle arti) - I legislatura
  • Componente della XI Commissione (Lavoro e previdenza sociale) - II legislatura

Filomena Delli Castelli (Città Sant'Angelo, 28 settembre 1916Pescara, 22 dicembre 2010) è stata un'insegnante e politica italiana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata a Città Sant'Angelo (PE) da una famiglia di umili origini con il papà emigrato in America, si diploma presso l'Istituto Magistrale del paese d'origine per poi continuare gli studi e conseguire la laurea presso l' Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano in lettere e filosofia. Qui per mantenersi gli studi esercitò la professione di maestra.

Già in età giovane impegnata all'interno del Movimento Giovanile dell'Azione Cattolica di cui era presidente durante gli studi magistrali ne continuò il legame durante gli anni dell'Università iscrivendosi alla Federazione italiana Cattolica Universitaria nel 1940.[1]

Finita la seconda guerra mondiale, insegnante presso l' istituto magistrale dove aveva conseguito il diploma, fondò una sezione del partito della Democrazia Cristiana e successivamente fu nominata Segretario provinciale del Movimento Femminile del Partito.[2]

Eletta, insieme a sole 21 donne, all'Assemblea costituente italiana il 2 giugno 1946,[3] è stata rieletta alla Camera dei deputati nel 1948 e poi nel 1953.

Dal 1951 al 1955 è stata anche sindaco di Montesilvano (Pescara).[4]

In seguito, è stata collaboratrice della RAI per vari anni e si è dedicata alla promozione e all'organizzazione di attività culturali e di volontariato.

Ha fatto parte del Comitato d'Onore per le celebrazioni del 60º anniversario dell'Assemblea Costituente istituito nella XIV Legislatura (2001-2006).

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Predecessore Sindaco di Montesilvano Successore Montesilvano-Stemma.png
Ettore Serafini 1951 - 1955 Silvino Di Giovanni

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Storie di sindaci per la storia d'Italia , Donzelli editore 2009 isbn8860364256 pag.133.134.135.136
  2. ^ Storie di sindaci per la storia d'Italia , Donzelli editore 2009 isbn8860364256 pag.133.134.135.136
  3. ^ Il 1946, le donne, la Repubblica di Patrizia Gabrielli Donzelli Editore 2009 pag. 220 ISBN 886036440X
  4. ^ Storie di sindaci per la storia d'Italia , Donzelli editore 2009 isbn8860364256 pag.133.134.135.136