Filippo Marchetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Filippo Marchetti

Filippo Marchetti (Bolognola, 26 febbraio 1831Roma, 18 gennaio 1902) è stato un compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Compose opere teatrali, fra le quali la più nota è Ruy Blas, tratta dal dramma di Victor Hugo, e rappresentata per la prima volta nel 1869. Fu inoltre discretamente famosa Romeo e Giulietta, rappresentata nel 1865, la cui fama fu in seguito oscurata da quella dell'opera omonima di Charles Gounod. Le sue due opere furono debuttate dal tenore marchigiano Mario Tiberini (San Lorenzo in Campo PU 8-9-1826-Reggio Emilia 16-10-1880): Romeo e Giulietta al Teatro Grande di Trieste il 25 ottobre 1865, Ruy Blas alla Scala di Milano il 3 aprile 1869.

Nel 1875 avviene la première nel Teatro alla Scala di Milano di "Gustavo Wasa" (dramma lirico in 4 atti) di sua composizione ed il libretto di Carlo D'Ormeville con Ormondo Maini.

Sono a lui dedicati il teatro comunale di Camerino, la sala convegni e la biblioteca comunale di Bolognola. Sempre a Bolognola, nel palazzo municipale A. Maurizi, è allestita una mostra permanente a lui dedicata. Fu direttore del Conservatorio di Santa Cecilia, a lui successe Stanislao Falchi. Fu inoltre presidente della giuria del concorso Sonzogno che nel 1890 premiò e fece eseguire Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Filippo Marchetti è stato il bisnonno del noto attore comico e presentatore televisivo Giulio Marchetti.

Controllo di autorità VIAF: 54342080