Filippo Fontana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Filippo Fontana
arcivescovo della Chiesa cattolica
ArchbishopPallium PioM.svg
Incarichi ricoperti Vescovo di Firenze
Arcivescovo di Ravenna
Nato Ferrara
Deceduto 1270

Filippo Fontana, detto anche Filippo da Pistoia (Ferrara, ... – 1270), è stato un arcivescovo cattolico italiano.

Dopo essere diventato vescovo della sua città, Ferrara, verso la fine degli anni 1230, nel 1250 fu trasferito a Firenze, la cui cattedra vescovile era vacante dal 1249. A Firenze restò comunque pochi mesi perché fu presto nominato arcivescovo di Ravenna. Tra luglio e dicembre 1253 fu anche podestà di Ravenna.

Nel 1255 fu nominato da papa Alessandro IV legato in Lombardia e nella Marca Trevigiana per la crociata contro Ezzelino da Romano.
Dalla sede ravennate lanciò, nel 1260, la scomunica e l'interdetto contro Forlì, roccaforte dei ghibellini di Romagna.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • La chiesa fiorentina, Curia arcivescovile, Firenze 1970.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Vescovo di Ferrara Successore BishopCoA PioM.svg
Gravendino ante 1239-1250 Giovanni Querini
Predecessore Vescovo di Firenze Successore BishopCoA PioM.svg
Ardengo Trotti 1250-1251 Giovanni dei Mangiadori
Predecessore Arcivescovo di Ravenna Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Teoderico 1251-1270 Bonifacio Fieschi