Filippo Bonanni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Uomo che suona un serpente, incisione dal Gabinetto Armonico di Bonanni

Filippo Bonanni, o Buonanni (Roma, 7 gennaio 1638Roma, 30 marzo 1725), è stato un gesuita, storico, biologo ed erudito italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo essersi formato nelle scuole gesuitiche, Buonanni entrò nell'ordine nel 1654. Nel 1698 divenne il curatore della celebre collezione di antichità di Athanasius Kircher.

Allievo di Francesco Eschinardi, ebbe una buona preparazione naturalistica e tecnica. Nel 1681, con la pubblicazione della Ricreazione dell'occhio e della mente nell'osservatione delle chiocciole dette l'avvio alla polemica contro coloro che negavano la teoria della generazione spontanea.

Redi, Anton Felice Marsili, Malpighi scrissero contro Buonanni. Egli, tuttavia, continuò a difendere lo spontaneismo genetico nelle Observationes circa viventia qua in rebus non viventibus reperiuntur (1691).

Tra i suoi molti lavori di erudizione vanno segnalati Numismata Pontificum Romanorum quae a tempore Martini V usque ad annum M.DC.XCIX vel authoritate publica vel privato genio in lucem prodiere in due volumi, trattato sulle monete pontificie (Roma, 1699), e il Gabinetto Armonico pieno d'Instromenti (Roma, 1722; rist. 1723), una splendida raccolta di 150 stampe di strumenti musicali di tutto il mondo.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 47034603 LCCN: n87856869 SBN: IT\ICCU\CFIV\041676