Filipe Albuquerque

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Filipe Albuquerque
Filipe Albuquerque.jpg
Dati biografici
Nome Filipe Miguel Delgadinho Albuquerque
Nazionalità Portogallo Portogallo
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Dati agonistici
Categoria F3 Spagnola, Eurocup Formula Renault 2.0, A1 Grand Prix, North European Challenge, Superstars Series
Ruolo Pilota
 
Albuquerque al volante della Epsilon Euskadi a Donington Park gara della stagione 2007 della Formula Renault 3.5 Series.

Filipe Albuquerque (Coimbra, 13 giugno 1985) è un pilota automobilistico portoghese.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Filipe Albuquerque ha iniziato la sua carriera motoristica nel 1993, Albuquerque ricorda: "Ho iniziato ad andare sui kart per gioco, ma divenne rapidamente una cosa sempre più seria", aggiunge poi "E 'davvero difficile ottenere sponsorizzazioni per correre. Senza la Red Bull probabilmente sarei rimasto a casa a studiare".[1]. Il giovane pilota portoghese ha vinto due titoli nazionali di karting, prima di approdare nella F3 Spagnola con l'aiuto della Red Bull.

Successivamente Albuquerque è approdato nella Formula Renault. È stato il più veloce pilota della squadra durante la gara, così la sostituzione è diventata permanente. Questo gli ha permesso di essere chiamato anche nella Formula Renault Tedesca.

Albuquerque finisce sesto nella Formula 3 Spagnola, quinto nella Eurocup Formula Renault 2.0 e terzo nella Formula Renault Tedesca, risultando il miglior esordiente in tutti e tre i campionati.[1]Nel 2006, Albuquerque corre in due campionati, la Formula Renault e la North European Challenge, vincendo entrambe le competizioni.

Nel 2007, Albuquerque inizia la Formula Renault 3.5 series con il team Epsilon Euskadi, e termina quarto il campionato. È stato anche scelto per rimpiazzare Ernesto Viso nella gara di Silverstone della GP2, che ebbe un incidente nella gara di Magny-Cours. Nel 2008 rimane in Formula Renault 3.5 series, ma corre solo quattro gare, a causa della sua partecipazione nella A1 Grand Prix.

Albuquerque ha debuttato nella A1 Grand Prix nella stagione 2007-08, rimpiazzando João Urbano dell'A1 Team Portugal a metà stagione

A1 Grand Prix, Kyalami - Portugal 2

Finisce in zona punti in ogni gara in cui prende parte alla partenza, con tre podi finali, e finendo undicesimo il campionato a squadre di quell'anno. Ritorna per la stagione 2008-09 come unico pilota del team, termina terzo assoluto dopo una stagione che lo ha visto vincere per la prima volta in Cina. Fu confermato per la stagione 2009-10 ma, vista una serie di difficoltà finanziarie, la stagione fu annullata prima di cominciare.

Quando fu chiaro che l'A1 Grand Prix sarebbe morto, Albuquerque si trasferì a correre l'Italian GT. Ha partecipato al Campionato Italiano GT3 per una parte della stagione 2009, alla guida di una Audi R8 LMS. Ha anche fatto un'apparizione in una delle gare per la stagione Superstars Series 2009, un campionato touring, ed è arrivato secondo in entrambe le gare, alla guida di una Audi RS4. Per il 2010, ha gareggiato nel Campionato Italiano GT3 a tempo pieno, finendo come secondo classificato nella serie con la sua Audi R8 LMS, alle spalle di Gianluca Rod campione con una Porsche 997 GT3. Ha anche fatto un'altra apparizione come ospite Superstars per Audi, vincendo una delle prove della sua gara di casa, nel Circuito di Portimao.

Albuquerque ha partecipato alla Race of Champions 2010 a Düsseldorf. Gareggiava assieme al connazionale Alvaro Parente nella Coppa delle Nazioni, dove sono stati eliminati nella fase a gironi. Nella competizione individuale, Champion of Champions, però, Albuquerque ha siglato una vittoria a sorpresa, sconfiggendo il campione del mondo di Formula 1 Sebastian Vettel nella semi-finale, e il campione del mondo rally Sébastien Loeb in finale.

Nel 2011, Albuquerque compete nel DTM, alla guida di una Audi A4.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Risultati carriera[modifica | modifica sorgente]

Stagione Categoria Nome Team Gara Poles Vittorie Punti Posizione Finale
2005 F3 Spagnola Racing Engineering 14 1 1 52
Eurocup Formula Renault 2.0 Motopark Academy 14 3 0 63
Formula Renault Tedesca Motopark Oschersleben 14 6 4 273
2006 Eurocup Formula Renault 2.0 Motopark Academy 14 4 4 99
Formula Renault 2.0 NEC Motopark Academy 14 2 4 312 1st
2007 Formula Renault 3.5 Series Epsilon Euskadi 13 0 1 63
GP2 Series Racing Engineering 4 0 0 0 32°
2007-08 A1 Grand Prix A1 Team Portugal 8 0 0 54 11°
2008 Formula Renault 3.5 Series Epsilon Euskadi 4 0 0 12 21st
2008-09 A1 Grand Prix A1 Team Portugal 14 0 1 92
2009 Italian GT (GT3) Audi Sport Italia 2 0 1 34 18°
Superstars Series Audi Sport Italia 2 0 0 30 13°
2010 Italian GT (GT3) Audi Sport Italia 14 0 2 136
Superstars Series Audi Sport Italia 2 0 1 20 15°

Risultati GP2[modifica | modifica sorgente]

(Le gare in grassetto indicano la pole position; races in corsivo indicano il giro veloce.)

Anno Team 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 DC Punti
2007 Racing Engineering BHR
FEA
BHR
SPR
ESP
FEA
ESP
SPR
MON
FEA
FRA
FEA
FRA
SPR
GBR
FEA

15
GBR
SPR

14
EUR
FEA
EUR
SPR
HUN
FEA
HUN
SPR
TUR
FEA
TUR
SPR
ITA
FEA
ITA
SPR
BEL
FEA
BEL
SPR
VAL
FEA

10
VAL
SPR

10
32° 0

Risultati completi A1 Grand Prix[modifica | modifica sorgente]

(Le gare in grassetto indicano la pole position; races in corsivo indicano il giro veloce.)

Anno Team 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 DC Punti
2007–08 A1 Team Portugal NED
SPR

NED
FEA

CZE
SPR

CZE
FEA

MYS
SPR

MYS
FEA

CHN
SPR

CHN
FEA

NZL
SPR

NZL
FEA

AUS
SPR

AUS
FEA

RSA
SPR

7
RSA
FEA

3
MEX
SPR

6
MEX
FEA

7
CHN
SPR

3
CHN
FEA

2
GBR
SPR

6
GBR
SPR

7
11° 59
2008–09 NED
SPR

9
NED
FEA

Ret
CHN
SPR

6
CHN
FEA

1
MYS
SPR

4
MYS
FEA

2
NZL
SPR

6
NZL
FEA

3
RSA
SPR

2
RSA
FEA

5
POR
SPR

3
POR
FEA

2
GBR
SPR

5
GBR
SPR

5
92

Risultati DTM[modifica | modifica sorgente]

(Le gare in grassetto indicano la pole position; races in corsivo indicano il giro veloce.)

Anno Team Auto 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  Pos.   Punti 
2011 Team Rosberg Audi A4 DTM 2008 HOC1
17
ZAN
Ret
SPL
12
LAU
8
NOR
16
NÜR
BRH
OSC
VAL
HOC2
14° 1

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Intervista a Filipe Albuquerque. Autosport Magazine, Vol. 187, No. 11, pp. 55, Haymarket Publications. 15 marzo 2007.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]