Filiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Filiano
comune
Filiano – Stemma Filiano – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Basilicata-Stemma.svg Basilicata
Provincia Provincia di Potenza-Stemma.png Potenza
Amministrazione
Sindaco Giuseppe Nella (lista civica Lista Civica per Filiano) dal 30/03/2010
Territorio
Coordinate 40°49′00″N 15°42′00″E / 40.816667°N 15.7°E40.816667; 15.7 (Filiano)Coordinate: 40°49′00″N 15°42′00″E / 40.816667°N 15.7°E40.816667; 15.7 (Filiano)
Altitudine 597 m s.l.m.
Superficie 70,78 km²
Abitanti 3 052[1] (31-12-2012)
Densità 43,12 ab./km²
Frazioni Dragonetti, Forenza Scalo, Scalera, Sterpeto di Sopra, Sterpeto di Sotto
Comuni confinanti Atella, Avigliano, Forenza, Ripacandida, San Fele
Altre informazioni
Cod. postale 85020
Prefisso 0971
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 076032
Cod. catastale D593
Targa PZ
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Cl. climatica zona D, 1 995 GG[2]
Nome abitanti filianesi
Patrono Maria SS. del Rosario
Giorno festivo seconda domenica di agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Filiano
Posizione del comune di Filiano all'interno della provincia di Potenza
Posizione del comune di Filiano all'interno della provincia di Potenza
Sito istituzionale

Filiano (Filiàne in dialetto lucano[3]) è un comune di 3.052 abitanti della provincia di Potenza.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Sorge a 547 m s.l.m. nella parte settentrionale della provincia. È centro agricolo dell'Appennino lucano, nell'alto bacino dell'Ofanto. L'abitato si allunga sulla sponda del torrente Imperatrice (tributario di destra del fiume Ofanto). Nel territorio comunale si trova la Riserva naturale Agromonte Spacciaboschi.

Confina con i comuni di: Atella (10 km), Ripacandida (16 km), Avigliano (19 km), San Fele (24 km) e Forenza (29 km). Dista 38 km da Potenza e 122 km dall'altra provincia lucana di Matera.

Cenni storici ed artistici[modifica | modifica wikitesto]

Seguì sempre le vicende storiche di Avigliano, dal quale fu reso autonomo solo nel 1951.

In contrada Càrpini alla località tuppo dei Sassi sono state scoperte nel 1966 pitture su rocce del Paleomesolitico di grande interesse: dipinti con ocra rossa, uomini e animali, cervidi e caprini compresi in una generica scena di caccia. Due animali sono catturati e trattenuti al laccio da due uomini le cui forme sono delineate dalla sovrapposizione di due corpi ovali uniti da uno stretto e basso tronco. In una delle figure l'ovale superiore ha continuità in basso con corte appendici rappresentanti le braccia e in esso la testa è rappresentata da corpo conico allargato verso il basso. Simili associazioni in proporzioni più ridotte animano la scena. In alto a destra è dipinta la figura più interessante: un grosso ente maschile (divinità o stregone) alto 18 cm a tre corpi ovali sovrapposti formanti braccia, gambe e testa.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Cereali, uva e ortaggi sono i principali prodotti agricoli. Presente sul territorio un impianto per la molitura dei cereali e la vinificazione (vino aglianico e malvasia).

Prodotti tipici: Formaggio pecorino D.O.P. Pecorino di Filiano; la prima domenica di settembre si svolge la mostra-mercato del formaggio pecorino e dei prodotti lattiero-caseari

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Dragonetti[modifica | modifica wikitesto]

La frazione di Dragonetti sorge al limite occidentale del bosco della Pennara. Dista circa 3 km dal centro abitato di Filiano e 30 km da Potenza, si trova ad un'altitudine di 531 m s.l.m. e ha 532 abitanti. A sua volta è suddivisa in diverse contrade (Dragonetti centro, Carciuso, Iazzi di Corbo,Iscalunga, Pizzutella, Scavariello, Zignalardo o Mulino e Case sparse). Quella di Dragonetti è una zona ricchissima di sorgenti naturali d'acqua. Davvero particolare è la fontana dell'acqua sulfurea in contrada Scavariello. La festa patronale in onore di Maria SS. del Belvedere ha luogo il giorno dell'Ascensione di Gesù. Nome degli abitanti: Dragonettesi.

Scalera[modifica | modifica wikitesto]

La frazione più popolosa invece è Scalera situata alle falde del monte la Toppa (703 m) ad un'altitudine di 650 m s.l.m. e conta circa 850 abitanti. Anch'essa è suddivisa in varie contrade, la più estesa delle quali viene chiamata Scalera Centro. Scalera ha uno scalo ferroviario (a nome di Forenza) che permette rapidi collegamenti con il capoluogo Potenza.

Sterpito[modifica | modifica wikitesto]

La frazione di Sterpito conta circa 200 abitanti e si divide in due frazioni: Sterpito di Sotto che si trova a 657 m s.l.m. ed ha fatto parte del comune di Atella fino al 1882, e Sterpito di Sopra situato a 728 m s.l.m. che ha sempre fatto parte del comune di Avigliano.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2012.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 273.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Basilicata Portale Basilicata: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Basilicata