Filet-O-Fish

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Filet-O-Fish
Il Filet-O-Fish.
Il Filet-O-Fish.
Origini
Luogo d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Diffusione mondiale
Creato da McDonald's
Dettagli
Categoria piatto unico
Ingredienti principali
 

Il Filet-O-Fish è un panino a base di pesce venduto nella catena di fast food McDonald's.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nacque nel 1962 a Cincinnati, nell'Ohio, su iniziativa di Lou Groen, titolare in franchising di un ristorante McDonald's del luogo. Inizialmente il panino venne ideato per sopperire alla necessità della comunità cattolica dove sorgeva il locale di avere un panino che non contenesse carne da mangiarsi il venerdì. La pratica di non cibarsi di carne il venerdì, anche se non obbligatoria salvo che nella Quaresima e in occasione del venerdì santo che precede la Pasqua, era molto comune negli anni sessanta presso gli ambienti cattolici di stretta osservanza.[1]

Venne quindi pensato di sostituire la carne dell'hamburger abituale con del pesce.[2] Da lì in poi il Filet-O-Fish si è diffuso in tutti i ristoranti McDonald's del mondo, dimostrandosi una valida alternativa a chi non può mangiare carne per motivi di salute o in quei Paesi dove non è permesso cibarsi di essa per motivi religiosi. Specialmente nei Paesi islamici il pesce viene sempre considerato Halal, mentre la carne di altro tipo necessita particolari tecniche di macellazione per essere considerata "pura" e quindi commestibile.[2]

Ingredienti[modifica | modifica sorgente]

  • Corona del panino
  • Salsa tartara
  • Trancio di merluzzo impanato e fritto
  • Mezza fetta di formaggio Cheddar
  • Base del panino

Valori nutrizionali[modifica | modifica sorgente]

Il Filet-O-Fish, in Italia noto anche come "Filetto di Pesce", ha 380 calorie (1.600 kJ), 18 grammi di lipidi, 38 grammi di carboidrati e 15 grammi di proteine.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fasting and Abstinence.
  2. ^ a b Paul Clark, No fish story: Sandwich saved his McDonald's, USA Today, 20 febbraio 2007. URL consultato il 30 dicembre 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina