Fibrillazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Per fibrillazione si intende un'alterata contrattilità dei muscoli scheletrici. È un fenomeno caratterizzato dalla contrazione anomala, involontaria ed asincrona di singole fibre muscolari ed è particolarmente frequente in caso di distruzione o danneggiamento dell'unità motoria della fibra muscolare.

La fibrillazione è l’espressione di una ipersensibilità del muscolo all’azione dell’acetilcolina che, pur in assenza di attività nervosa, può formarsi localmente oppure trasportata nei distretti denervati attraverso il torrente circolatorio. La fibrillazione non è osservabile a occhio nudo, non produce alcun movimento e non va confusa con la fascicolazione. Non assumendo alcuna espressione clinica, la fibrillazione è ben evidenziabile con l'ausilio dell'elettromiografia.

Cardiologia[modifica | modifica sorgente]

In cardiologia il termine assume il significato di ritmo patologico del cuore, caratterizzato da un'alterazione della normale contrattilità del muscolo cardiaco.

Esistono due tipi di fibrillazione: atriale (FA) e ventricolare (FV), aritmie caratterizzate dalla contrazione rapida, scoordinata ed inefficiente rispettivamente degli atri e dei ventricoli.

È possibile contrastare queste alterazioni tramite la defibrillazione elettrica, per ripristinare il ritmo cardiaco in caso di FV, o per mezzo di farmaci antiaritmici in caso di FA.

Fibrillazione atriale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi fibrillazione atriale.

Fibrillazione ventricolare[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi fibrillazione ventricolare.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Eugene Braunwald, Malattie del cuore (7ª edizione), Milano, Elsevier Masson, 2007, ISBN 978-88-214-2987-3.
  • Hurst, Il Cuore (il manuale - 11ª edizione), Milano, McGraw-Hill, 2006, ISBN 978-88-386-2388-2.
  • (EN) Lilly L.S., Pathophysiology of Heart Disease., 2007ª ed., Baltimore: Lippincott Williams & Wilkins, ISBN 978-1-60547-723-7.
  • Rowlands DJ, Interpretazione dell' elettrocardiogramma, 2004ª ed., Pro.Med. Editore, ISBN 978-88-6521-011-6.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina