Fibra ottica spenta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nelle telecomunicazioni per fibra ottica spenta si intende una connessione fisica in fibra ottica in cui sono stati predisposti i cavi, ma non le apparecchiature di trasmissione che li dovrebbero usare per trasmettere il segnale ottico.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Con tali caratteristiche, la fibra spenta può poi essere affittata e comprata da enti che poi vi connettono le proprie apparecchiature di trasmissione; può quindi rappresentare il tipo di connessione più veloce a disposizione di un ente, che si distingue dalle connessioni su cavi condivisi in cui si affitta solo una certa banda.[1] L'esistenza di tale infrastruttura è dovuta allo scarso impatto del costo del materiale (la fibra) sul costo totale dell'opera (circa il 10%[2]). In caso di scavi e lavori, dunque, la società operante può decidere di installare anche una rete in fibra ottica, per anticipare la domanda futura di questo genere di rete.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Si trova un esempio nella mappa della rete GARR di agosto 2010, dove le connessioni in fibra ottica spenta verso la rete GÉANT sono le più veloci, e nel comunicato stampa del 24-2-2009 in cui si annuncia la prima rete NGN italiana, con connessioni controllate direttamente da GARR.
  2. ^ Wagter, Herman (2010-03-19). "How Amsterdam was wired for open access fiber" http://arstechnica.com/tech-policy/2010/03/how-amsterdam-was-wired-for-open-access-fiber/4/

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

telematica Portale Telematica: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di reti, telecomunicazioni e protocolli di rete