Fibra ottica multimodale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una fibra ottica multimodale a 1,25 Gbit/s

La fibra ottica multimodale è un particolare tipo di fibra ottica, utilizzato soprattutto per le comunicazioni a breve distanza (ad esempio, nello stesso edificio, o in un campus) e, in particolar modo, data la sua elevata capacità e affidabilità, per i collegamenti backbone. Le tipiche fibre multimodali hanno un ritmo binario medio che va dai 0,1 ai 100 Gbit/s, e possono percorrere distanze che vanno, rispettivamente, dai 2 000 m ai 100 m (più che sufficienti per la maggior parte delle applicazioni locali). Tipicamente, la fibra ottica multimodale può sostenere un bit rate di 100 Mbit/s per distanze di massimo 2 km (100BASE-FX), 1 Gbit/s per distanze di massimo 1 km (1000BASE-SX) e 10 Gbit/s per distanze di massimo 550 m.[1]

Confronto con la fibra ottica monomodale[modifica | modifica sorgente]

L'immagine illustra come si propaga la luce all'interno di una fibra ottica multimodale

La differenza principale tra la fibra ottica multimodale e quella monomodale è che il nucleo della prima possiede un diametro più largo, tipicamente compreso tra i 50 ed i 100 μm, mentre quello delle fibre monomodali ha un diametro compreso fra gli 8,3 ed i 10 μm.[2]

L'attrezzatura necessaria per le comunicazioni con fibra ottica multimodale è meno costosa rispetto a quella per le comunicazioni in fibra monomodale:[3] infatti, a causa delle grandi dimensioni del nucleo, e quindi della larga apertura numerica, le fibre multimodali hanno una capacità di "raccogliere la luce" maggiore rispetto a quelle monomodali. In termini pratici, la dimensione del nucleo più grande semplifica i collegamenti e permette anche l'utilizzo di un'elettronica a basso costo, come i diodi ad emissione luminosa (LED) e i laser a cavità verticale a emissione superficiale (VCSEL) che operano ad una lunghezza d'onda compresa fra gli 850 nm e i 1300 nm (le fibre monomodali utilizzate nelle telecomunicazioni operano fra i 1310 e i 1550 nm e richiedono strumenti laser più costosi).[2]

Confronto fra i vari standard[modifica | modifica sorgente]

Standard di
trasmissione
Lunghezza massima
100 Mb Ethernet 1 Gb Ethernet 10 Gb Ethernet 40 Gb Ethernet 100 Gb Ethernet
OM1 (62.5/125) 2000 m (FX)[4] 275 m (SX)[4] 33 m (SR)[4] Non supportato Non supportato
OM2 (50/125) 2000 m (FX)[4] 550 m (SX)[1] 82 m (SR)[1] Non supportato Non supportato
OM3 (50/125) 2000 m (FX) 550 m (SX) 300 m (SR)[4] 100 m[1] 100 m[1]
OM4 (50/125) 2000 m (FX) 1000 m (SX)[1] 550 m (SR)[1] 150 m[1] 150 m[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i Furukawa Electric North America, OM4 - The next generation of multimode fiber (PDF). URL consultato il 30 aprile 2013.
  2. ^ a b ARC Electronics, Fiber Optic Cable Tutorial, 10 gennaio 2007.
  3. ^ Telecommunications Industry Association, Multimode Fiber for Enterprise Networks. URL consultato il 4 giugno 2008.
  4. ^ a b c d e Hewlett-Packard Development Company, L.P., 100BASE-FX Technical Brief (PDF), 2007. URL consultato il 20 novembre 2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

telematica Portale Telematica: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di reti, telecomunicazioni e protocolli di rete