Fiat Punto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fiat Punto
Fiat Punto 5door 176, 188 and 199 series.JPG
Descrizione generale
Costruttore bandiera  FIAT
Tipo principale utilitaria
Produzione dal 1993
Sostituisce la Fiat Uno
Serie Prima (176), dal 1993
Seconda (188), dal 1999
Terza (199), dal 2005

Con Fiat Punto s'intende una famiglia di autovetture di tipo utilitaria prodotta dalla casa automobilistica italiana FIAT in tre serie: la prima, nata nel 1993 e disegnata da Giorgetto Giugiaro; la seconda nata nel 1999 e disegnata all'interno del centro stile Fiat; e la terza, nata nel 2005 e disegnata dalla Italdesign Giugiaro. Quest'ultima generazione è stata a sua volta declinata in tre modelli; il modello di debutto chiamato Grande Punto, che ha di fatto segnato l'inizio della terza generazione, affiancato nel 2009 dal modello Punto Evo, una sorta di evoluzione del primo, ed entrambi sostituiti da un terzo modello: la Punto 2012. Al debutto di quest'ultima l'intera famiglia della Fiat Punto è stata venduta, dal 1993, in 8,7 milioni di esemplari.[1][2][3][4]

Prima serie (176)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Fiat Punto (1993).
"Albero genealogico" della "famiglia" Punto

La prima generazione della Punto nasce col progetto numero 176 e viene presentata al pubblico durante il Salone dell'automobile di Francoforte del 1993. Disegnata da Giorgetto Giugiaro è stata concepita come erede della Fiat Uno. L'accoglienza della critica e del pubblico furono positive e la Punto riuscì ad aggiudicarsi il premio Auto dell'anno nel 1995. Il modello, un anno e mezzo dopo il suo debutto, era già stato venduto in un milione e mezzo di esemplari. Venne sostituito, dopo un aggiornamento apportatogli nel 1997, dal nuovo modello nel 1999.

(176)
(176) Cabrio
(176) GT
Fiat Punto s.JPG
Fiat Punto Cabrio 2.jpg
Punto gt.jpg
1993-1999
1994-1999
1993-1999

Seconda serie (188)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Fiat Punto (1999).

La seconda serie della Punto esordisce nel 1999 con la commercializzazione del progetto numero 188. Questa vettura non portò con sé solo l'eredità del modello precedente (e del suo enorme successo) ma fu anche la vettura con cui la Fiat volle concretizzare i propri 100 anni di storia. Venne interamente disegnata all'interno del centro stile Fiat e fu la prima utilitaria al mondo a ricevere 4 stelle EuroNCAP, registrando un notevole miglioramento rispetto al modello precedente. Ricevette un corposo aggiornamento nel 2003[5][6] e venne ulteriormente aggiornata (e ridenominata Punto Classic) nel 2007. Nel 2005 le venne affiancato un nuovo modello, più grande e moderno ma che non la sostituì completamente fino al 2010, quando dopo più di 11 anni cessò la produzione della seconda serie della punto che venne comunque venduta fino a maggio 2011.

(188)
(188) Restyling
(188) 2° Restyling
Fiat Punto II front 20100509.jpg
- ITALY - Punto Croma.JPG
2010 Fiat Punto Classic.jpg
1999-2003
2003-2007
2007-2010

Terza serie (199)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Fiat Grande Punto.

Verso la fine del 2005 viene presentata al pubblico la terza serie della famiglia Punto. Si tratta di una vettura molto grande rispetto al segmento di riferimento, superando i quattro metri di lunghezza. Per questo motivo viene commercializzata con l'appellativo "Grande" e non sostituisce il modello già presente in gamma ma lo affianca. La Grande Punto quindi crea, nel corso della sua commercializzazione, una vera e propria famiglia di modelli, allargandosi a diverse tipologie della stessa vettura. La terza generazione della Punto è anche l'auto che segna simbolicamente il risorgimento della casa automobilistica italiana che stava fino a quel momento attraversando un periodo molto difficile. Nata dal progetto numero 199 è stata sviluppata dalla Fiat, ma i costi di sviluppo sono stati divisi con la General Motors che utilizzerà la piattaforma della Grande Punto anche per alcuni suoi modelli, soprattutto sul mercato europeo. Nel 2006 viene presentata la versione a 3 volumi della Punto, commercializzata col nome Linea. Subito la Grande Punto riscuote un enorme successo, disegnata dalla Italdesign Giugiaro non le viene mai applicato alcun aggiornamento estetico, ma bensì le viene affiancato un modello denominato Punto Evo, una sorta di evoluzione del primo, più curato nei dettagli e di maggior qualità percepita, oltre che con importanti aggiornamenti meccanici. Entrambi i modelli (Grande Punto e Punto Evo) nel 2012 vengono sostituiti da un terzo e ultimo modello, sempre facente parte della terza generazione della Punto, denominato Punto 2012. Oltre ai modelli commerciali, che vengono venduti anche nelle varianti elaborate a marchio Abarth, la terza serie della Punto ha dato vita anche a un modello da competizione rally: la S2000.

(199) Grande Punto
(323) Linea
(199) S2000
(199) Abarth Grande Punto
(199) Punto Evo
(199) Abarth Punto Evo
(199) Punto 2012
Fiat Grande Punto Dreitürer Carribeanorange.JPG
Fiat Linea in Kraków (1).jpg
Anton Alen - Rally Finland 2009 - 2..JPG
Abarth Grande Punto.JPG
Fiat Punto Evo 1.4 Multiair 105CV 2009.jpg
Abarth Punto Evo - Flickr - David Villarreal Fernández (1).jpg
" 12 - ITALY - Fiat Punto 2012 01.JPG
2005-2012
dal 2006
dal 2006
2007-2010
2009-2012
dal 2010
dal 2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Repubblica: dati unità vendute. URL consultato il 19 marzo 2012.
  2. ^ Storia dei modelli Fiat. URL consultato il 19 marzo 2012.
  3. ^ Quattroruote: storia della Punto. URL consultato il 19 marzo 2012.
  4. ^ 20 anni di Fiat Punto
  5. ^ cronologia delle Fiat Punto. URL consultato il 9 agosto 2014.
  6. ^ retrospettiva sul modello Punto. URL consultato il 9 agosto 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili