Fiabe del focolare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fiabe
Titolo originale Kinder- und Hausmärchen
Grimm's Kinder- und Hausmärchen, Erster Theil (1812).cover.jpg
frontespizio della prima edizione tedesca
Autore Jacob Grimm e Wilhelm Grimm
1ª ed. originale 1812
Genere racconti
Sottogenere antologia di fiabe
Lingua originale tedesco
Ritratto di Wilhelm (a sinistra) e Jacob Grimm, di Elisabeth Maria Anna Jerichau-Baumann, 1855

Le Fiabe del focolare, meglio conosciute come Fiabe (in tedesco Kinder- und Hausmärchen, ossia Fiabe per bambini e famiglie), è un'antologia di fiabe raccolte dai fratelli Grimm tra il 1812 e il 1815.

Genesi[modifica | modifica sorgente]

Il nome dei fratelli Grimm è legato principalmente ai loro studi di linguistica, in special modo circa la ricostruzione storica della lingua tedesca, tuttavia dedicarono molte energie alla ricerca ed alla trascrizione di miti e leggende propri dell'area germanica (come le Leggende tedesche o la Leggenda eroica tedesca), quindi non deve creare stupore che un simile tracciato abbia sviluppato un certo interesse dei Grimm verso il patrimonio favolistico della loro nazione.

La fiaba è, per propria costituzione, un genere esclusivamente orale, affidato alla ripetizione mnemonica, ma all'epoca questa fedeltà stava venendo meno, infatti la memoria era sempre più insidiata dallo sviluppo della carta stampata; quindi i Grimm, da buoni filologi, compresero che il patrimonio orale stava gradualmente giungendo all'ultima stagione, ed ormai era custodito quasi unicamente nelle campagne, ove i vecchi erano ancora analfabeti. Quindi si imbarcarono nell'impresa di salvare tali racconti fiabeschi, che loro consideravano un prodotto peculiare ed autoctono del popolo tedesco.

Tuttavia è lecito supporre che i due fratelli di posero con animo differente allo studio di queste fiabe: più scientifico quello di Jacob, più aperto verso il fantastico ed il poetico quello di Wilhelm, difatti dopo la (deludente) prima edizione del 1812-15, Jacob abbandonò la compilazione di questa antologia in favore dei propri studi filologici, mentre Wilhelm continuò a lavorarvi fino a pochi anni prima della morte (l'ultima edizione risale al 1857).

Differenze fra le edizioni[modifica | modifica sorgente]

Dunque, un tale numero di edizioni fa giustamente presupporre delle differenziazioni tra le medesime: difatti sovente troviamo, tra un'edizione e l'altra, delle modifiche anche profonde. Ad esempio, se nella prima edizione troviamo la fiaba "nuda e cruda", con finali spesso tragici e truculenti, nella seconda abbiamo la quasi totale predominanza dell'"happy end" che contraddistingue le fiabe dei Grimm e che ha stabilito la propria egemonia dalla terza edizione in poi.

Inoltre troviamo anche che, mentre le prime edizioni erano intrise di maggior rigore filologico, man mano che si procedeva alla compilazione di nuove edizioni si faceva sempre più pressante il contributo del "redattore-pedagogo", che riscrive i testi in modo stilisticamente accettabile e più adatto ad una morale infantile, dunque si assiste ad un progressivo "ingentilimento" delle storie tramandate dall'opera dei Grimm.

D'altra parte le modifiche non si trovano unicamente nello "stile" delle singole fiabe, ma anche nel numero delle fiabe stesse: si passa dalle poche decine dell'edizione del 1812, alle 170 della seconda (1819), alle 210 dell'ultima. Anche la famosa formula c'era una volta fa il suo ingresso solamente alla seconda edizione. Ad esempio, l'inizio della fiaba I dodici fratelli nella prima edizione è narrato in questo modo:

« Un re aveva dodici figli, tutti maschi, e non voleva avere figlie femmine, e disse alla regina: "Se il tredicesimo figlio che partorirai sarà una bambina, io farò uccidere gli altri dodici, se è un maschio vivranno tutti insieme". La regina cercò di discutere con il re, ma il re non volle sentire ragioni. »
(Fratelli Grimm, Fiabe)
Hänsel e Gretel in una illustrazione di Theodor Hosemann

In questo testo siamo in grado di individuare la sua estrema stringatezza, la mancanza di nessi causali e la quasi assoluta mancanza di struttura ipotattica: il re non dà alcuna spiegazione della propria decisione e non ne vuole discutere nemmeno con la regina. Nella seconda edizione troviamo che il discorso non solo acquista più coerenza narrativa, ma risulta più piacevole e scorrevole alla lettura:

« C'era una volta un re e una regina che vivevano insieme tranquillamente e avevano dodici figli tutti maschi. Allora il re disse alla moglie: "Se il tredicesimo figlio che metterai al mondo sarà una bambina, i dodici maschi moriranno, perché ella abbia grandi ricchezze e il regno tocchi a lei sola". E ordinò dodici bare [...],  »
(Fratelli Grimm, Fiabe)

Struttura[modifica | modifica sorgente]

Le Fiabe sono divise in due sezioni differenti: le fiabe (1-201) e le leggende per bambini (201-210). Qui di seguito è riportato l'elenco integrale delle fiabe raccolte dai Grimm (con riferimento all'edizione del 1857):

Fiabe[modifica | modifica sorgente]

  1. Il principe ranocchio (o Enrico di Ferro)
  2. Gatto e topo in società
  3. La figlia della Madonna
  4. Storia di uno che se ne andò in cerca della paura
  5. Il lupo e i sette capretti
  6. Il fedele Giovanni
  7. Il buon affare
  8. Lo strano violinista
  9. I dodici fratelli
  10. Gentaglia
  11. Fratellino e Sorellina
  12. Raperonzolo
  13. I tre ometti nel bosco
  14. Le tre filatrici
  15. Hänsel e Gretel
  16. Le tre foglie della serpe
  17. La serpe bianca
  18. La pagliuzza, il carbone e il fagiolo
  19. Il pescatore e la moglie
  20. Il coraggioso piccolo sarto (o Sette in un colpo)
  21. Cenerentola
  22. L'indovinello
  23. Il topino, l'uccellino e la salsiccia
  24. Frau Holle
  25. I sette corvi
  26. Cappuccetto Rosso
  27. I musicanti di Brema
  28. L'osso che canta
  29. I tre capelli d'oro del Diavolo
  30. Pidocchietto e Pulcettina
  31. La fanciulla senza mani
  32. Il furbo Gianni
  33. I tre linguaggi
  34. L'accorta Else
  35. Il sarto in cielo
  36. Il tavolino apparecchiato, l'asino d'oro e il bastone castigamatti
  37. Pollicino
  38. Le nozze della signora Volpe
  39. Gli gnomi
  40. Lo sposo brigante
  41. Il signor Korbes
  42. Il compare
  43. Frau Trude
  44. Comare Morte
  45. Il viaggio di Pollicino
  46. Il falso uccello e lo sposo stregone
  47. Il ginepro
  48. Il vecchio Sultan
  49. I sei cigni
  50. Rosaspina
  51. L'uccellintrovato
  52. Il re Bazza di Tordo
  53. Biancaneve
  54. Lo zaino, il cappellino e il corno
  55. Tremotino
  56. Il caro Orlando
  57. L'uccello d'oro
  58. Il cane e il passero
  59. Federico e Caterinella
  60. I due fratelli
  61. Il piccolo contadino
  62. La regina delle api
  63. Le tre piume
  64. L'oca d'oro
  65. Tuttapelosa
  66. La sposa del leprotto
  67. I dodici cacciatori
  68. Il ladro e il suo maestro
  69. Jorinde e Joringel
  70. I tre fortunelli
  71. I sei che si fan strada per il mondo
  72. Il lupo e l'uomo
  73. Il lupo e la volpe
  74. La volpe e la comare
  75. La volpe e il gatto
  76. Il garofano
  77. La saggia Gretel
  78. Il vecchio e il nipotino
  79. L'ondina
  80. La morte della gallinella
  81. Fratello Allegrone
  82. Il Giocatutto
  83. La fortuna di Hans
  84. Hans si sposa
  85. I figli d'oro
  86. La volpe e le oche
  87. Il ricco e il povero
  88. L'allodola che canta e saltella
  89. La ragazza delle oche
  90. Il giovane gigante
  91. L'omino della terra
  92. Il re del monte d'oro
  93. Il corvo
  94. La figlia furba del contadino
  95. Il vecchio Ildebrando
  96. I tre uccellini
  97. L'acqua della vita
  98. Il dottor Satutto
  99. Lo spirito nella bottiglia
  100. Il fuligginoso fratello del diavolo
  101. Pelle d'orso
  102. Il re di macchia e l'orso
  103. La pappa dolce
  104. Gente furba
  105. Storie della serpe
  106. Il povero garzone di mugnaio e la gattina
  107. I due viandanti
  108. Gian Porcospino
  109. La camicia da morto
  110. L'ebreo nel roveto
  111. Il cacciatore provetto
  112. La trebbia venuta dal cielo
  113. I due figli del re
  114. Il saggio piccolo sarto
  115. La luce del sole lo rivelerà
  116. La luce azzurra
  117. Il bambino capriccioso
  118. I tre medicastri
  119. I sette svevi
  120. I tre garzoni
  121. Il principe senza paura
  122. L'insalata magica
  123. La vecchia nel bosco
  124. I tre fratelli
  125. Il diavolo e sua nonna
  126. Fernando Fedele e Fernando Infedele
  127. Il forno
  128. La filatrice pigra
  129. I quattro fratelli ingegnosi
  130. Unocchietto, Duocchietti, Treocchietti
  131. La bella Catrinelia e Pif Paf Pum Scopino
  132. La volpe e il cavallo
  133. Le scarpe logorate dal ballo
  134. I sei servi
  135. La sposa bianca e la sposa nera
  136. Hans di ferro
  137. Le tre principesse nere
  138. Knoist e i suoi tre figli
  139. La ragazza di Brakel
  140. Chiacchiere delle donnette
  141. L'agnellino e il pesciolino
  142. Il monte Simeli
  143. Il giramondo
  144. L'asinello
  145. Il figlio ingrato
  146. La rapa
  147. Il fuoco che ringiovanisce
  148. Le bestie del Signore e quelle del diavolo
  149. La trave del gallo
  150. La vecchia mendicante
  151. I tre pigri - I dodici fratelli pigri
  152. Il pastorello
  153. La pioggia di stelle
  154. Il centesimo rubato
  155. La scelta della sposa
  156. Gli scarti del lino
  157. Il passero e i suoi quattro figli
  158. La favola del paese di Cuccagna
  159. Una filastrocca di bugie
  160. Una storia indovinello
  161. Biancaneve e Rosarossa
  162. Il servo accorto
  163. La bara di vetro
  164. Il pigro Rico
  165. L'uccello grifone
  166. Il forte Hans
  167. Il contadinello in paradiso
  168. La magra Lisa
  169. La casa nel bosco
  170. Come dividere gioie e dolori
  171. Il re di macchia
  172. La sogliola
  173. Il trombotto e l'upupa
  174. Il gufo
  175. La luna
  176. Il termine della vita
  177. I messaggeri della morte
  178. Mastro Punteruolo
  179. La guardiana di oche alla fonte
  180. I figli di Eva, uno diverso dall'altro
  181. L'ondina della pescaia
  182. I doni del popolo piccino
  183. Il gigante e il sarto
  184. Il chiodo
  185. Il povero ragazzo nella fossa
  186. La vera sposa
  187. La lepre e il porcospino
  188. Il fuso, la spola e l'ago
  189. Il contadino e il diavolo
  190. Le briciole sulla tavola
  191. Il leprotto marino
  192. Il ladro maestro
  193. Il tamburino
  194. La spiga
  195. Il tumulo
  196. Il vecchio Rink Rank
  197. La palla di cristallo
  198. La vergine Malvina
  199. Gli stivali di bufalo
  200. La chiave d'oro
  201. Il gatto con gli stivali

Leggende per bambini[modifica | modifica sorgente]

  1. San Giuseppe nel bosco
  2. I dodici apostoli
  3. La rosa
  4. Umiltà e povertà portano in cielo
  5. Il cibo di Dio
  6. I tre ramoscelli
  7. La tazzetta della Madonna
  8. La vecchierella
  9. Le nozze celesti
  10. La verga di nocciolo

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Grimm, Jacob e Wilhelm, Fiabe, a cura di Laura Mancinelli, ed. Oscar Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1990;
  • Tatar, Maria, The Hard Facts of the Grimms' Fairy Tales, Princeton University Press, Princeton 1988;
  • Seitz, Gabriele, Die Bruder Grimm: Leben, Werk, Zeit, Winkler, Monaco di Baviera, 1984.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura