Fernand Cormon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Assassinio nell'harem

Fernand-Anne Piestre, detto Fernand Cormon (Parigi, 24 dicembre 1845Parigi, 20 marzo 1924), è stato un pittore francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Allievo di Jean-François Portaels (1818-1895) a Bruxelles, e poi di Alexandre Cabanel e di Eugène Fromentin a Parigi, debuttò al Salon del 1868. Si fece conoscere con dipinti di scene sanguinose, come Assassinio nell'harem e La morte di Râvana, premiata al Salon del 1875. Dipinse anche ritratti, sempre in stile accademico, e viaggiò in Tunisia e in Bretagna. Professore all'École des Beaux-Arts, nel 1880 fu insignito della Légion d'honneur e fu eletto membro dell’Académie des Beaux-Arts nel 1898. Sue decorazioni si trovano al Museo di Storia Naturale e al Municipio di Parigi, nonché al Municipio di Tours.

Fernand Cormon morì a Parigi all'età di 79 anni.

Il "Caìno"[modifica | modifica wikitesto]

Caìno è una sua opera ispirata a La Légende des siècles di Victor Hugo, dalla quale Cormon tolse ogni riferimento religioso, interpretando la scena come una rappresentazione della vita dell'uomo primitivo.

Allievi[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Le opere più note:

  • 1874: Assassinio nell'harem, Museo di Besançon
  • 1875: Morte di Ravana, Musée des Augustins, Tolosa
  • 1877: Gesù resuscita la figlia di Giairo, Museo di Coutances
  • 1880: Caino, Musée d'Orsay, Parigi
  • 1884: L'età della pietra, Museo di Saint-Germain-en-Laye
  • 1887: I vincitori di Salamina, Museo di Rouen
  • 1891: Ritratto di Gérôme, Municipio di Vesoul
  • 1894: La fonderia, Musée d'Orsay
  • 1912: Gulliver tra i giganti, Museo dell'antico Vescovado, Eveux
  • 1912: Donna nuda sul divano, Museo dell'antico Vescovado, Eveux
  • N. D. Ritratto di Léon Germain Pelouse.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Guinard (1896-1989) fu un pittore orientalista
  2. ^ Fu estromesso per « pericoloso anticonformismo »

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autorità VIAF: 32265301