Ferdinando Terruzzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ferdinando Terruzzi
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Pista
Ritirato 1967
Carriera
Squadre di club
1949-1952 Individuale
1953-1955 Nivea-Fuchs Nivea-Fuchs
1956 Individuale
1957-1958 Carpano Carpano
1958-1960 Molteni Molteni
1960-1961 Ignis Ignis
1962 Philco Philco
1963 Molteni Molteni
1964-1966 G.B.C. G.B.C.
1967 Molteni Molteni
Palmarès
Bandiera olimpica  Giochi olimpici
Oro Londra 1948 Tandem
 

Ferdinando Terruzzi (Sesto San Giovanni, 17 febbraio 1924Sarteano, 9 aprile 2014[1]) è stato un pistard italiano, specialista della velocità.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Vinse la sua prima gara all'età di quattro anni e fu Campione italiano di velocità allievi nel 1942.

Nel 1948 vinse la medaglia d'oro nella velocità tandem ai Giochi olimpici di Londra, in coppia con Renato Perona.

Gareggiò a livello professionistico dal 1949 al 1965. Disputò 149 sei giorni ottenendo 25 vittorie, tra cui quelle di Milano, Parigi, Berlino, Barcellona, New York, Buenos Aires e Melbourne, 39 secondi posti e 19 terzi posti. Grazie a questi risultati si guadagnò il soprannome di "Re della Sei giorni". Fu campione d'Europa nell'Americana di 100 km nel 1955 e nel 1958.

Corse in coppia coi nomi più famosi del ciclismo mondiale quali Coppi, Anquetil, Magni, Maspes, Darrigade. Dopo il ritiro si è trasferito a vivere a Sarteano, in provincia di Siena.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Campionato italiano, Velocità
Giochi olimpici, Tandem (con Renato Perona)
Sei giorni di Berlino (con Severino Rigoni)
Sei giorni di New York (con Severino Rigoni)
Sei giorni di Münster #1 (con Severino Rigoni)
Sei giorni di Münster #2 (con Severino Rigoni)
Sei giorni di Barcellona (con Miguel Poblet)
Sei giorni di Dortmund (con Lucien Gillen)
Sei giorni di Saint-Étienne (con Lucien Gillen)
Sei giorni di Copenaghen (con Lucien Gillen)
Sei giorni di Copenaghen (con Lucien Gillen)
Sei giorni di Gand (con Lucien Gillen)
Sei giorni di Berlino (con Lucien Gillen)
Gran Premio Philco
Sei giorni di Gand (con Reginald Arnold)
Campionato europeo, Americana (con Reginald Arnold)
Grand Prix des Oeuvres Sociales, Derny
Sei giorni di Anversa (con Reginald Arnold)
Sei giorni di Dortmund (con Reginald Arnold)
Sei giorni di Parigi (con Jacques Anquetil e André Darrigade)
Sei giorni di Parigi (con Jacques Anquetil e André Darrigade)
Sei giorni di Aarhus (con Knud Lynge)
Sei giorni di New York (con Leandro Faggin)
Sei giorni di Buenos Aires (con Enzo Sacchi)
Circuito di Robbio Lomellina
Sei giorni di Essen (con Reginald Arnold)
Sei giorni di Milano (con Reginald Arnold)
Sei giorni di Milano (con Peter Post)
Sei giorni di Montréal (con Mino De Rossi)
Sei giorni di Melbourne (con Leandro Faggin)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Giordano Cioli, Mirella Meloni - Ferdinando Terruzzi, il Re delle Seigiorni: da Sesto San Giovanni per conquistare il mondo - Blu Edizioni, 2005

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Addio a Ferdinando Terruzzi, «il Re delle Seigiorni» Corriere.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]