Ferdinando Riva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ferdinando Riva
Riva Ferdinando.jpg
Ferdinando Riva, detto Riva IV, ritratto con la maglia del Chiasso
Dati biografici
Nazionalità Svizzera Svizzera
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo ala sinistra - mezzala
Ritirato 1970
Carriera
Giovanili
Mendrisio Mendrisio
Squadre di club1
1947-1950 Mendrisio Mendrisio - (-)
1950-1970 Chiasso Chiasso 448 (183)
Nazionale
Svizzera Svizzera 22 (8)
Carriera da allenatore
1968 Chiasso Chiasso
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Ferdinando Riva (Coldrerio, 3 luglio 1930) è un ex calciatore svizzero.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Nel 1946 debutta nei "boys" del Mendrisio. Nel 1947 è chiamato in prima squadra. Conquista la promozione in LNB nel 1948.

Nel 1950 passa al Chiasso, coi ticinesi colleziona 522 presenze (336 in LNA, 113 in LNB tra cui uno spareggio per il titolo di LNB, 52 in Coppa Svizzera, 19 in Coppa Ticino, 2 in Coppa delle Alpi), l'ultima delle quali il 14 novembre 1970 (Neuchatel Xamax - Chiasso 2-0, LNB).

Impiegato principalmente come ala sinistra, disputa qualche gara anche come mezzala. Realizza 226 reti (163 in LNA, 20 in LNB, 33 in Coppa Svizzera, 10 in Coppa Ticino). Nella sua carriera realizza 9 triplette (6 in LNA e 3 in Coppa Svizzera).

Veste 22 volte la maglia della Nazionale, segnando 8 reti. Debutta con la maglia rossocrociata il 25 novembre 1951 a Lugano contro l'Italia: finisce 1-1 con reti di Giampiero Boniperti per gli azzurri e di Riva per la Svizzera. Con la Svizzera disputa i Mondiali del 1954, svoltisi in casa.

In 9 occasioni (6 in LNB, 3 in Coppa Svizzera), nel 1968 è chiamato al fianco di Aristide Noseda ad assumere il ruolo di allenatore della prima squadra del FC Chiasso: Interpreta alingo anche il ruolo di Capitano. Detiene il record di presenze e di reti in seno al Football Club Chiasso. È il personaggio carismatico del sodalizio rossoblu. Con il club di confine Riva IV è vicecampione svizzero nel 1951. Nel 1952 si classifica in terza posizione tra i cannonieri della LNA con 20 reti, alle spalle di Hügi (Basilea) 24 e Ballamann (Grasshoppers) 22.

Nel 1956 è l'oggetto dei desideri della Fiorentina, fresca di scudetto. L'affare tuttavia non andrà in porto.

Nel 2014 come riconoscimento alla carriera, a seguito di una mozione, lo Stadio Comunale è stato ridenominato "Stadio Riva IV" in suo onore.