Ferdinand Brickwedde

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ferdinand G. Brickwedde accanto alla moglie Marion

Ferdinand Graft Brickwedde (Baltimora, 26 marzo 1903Bellefonte, 29 marzo 1989) è stato un fisico statunitense, uno degli scopritori del deuterio nel 1932.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Laureato in fisica alla John Hopkins University, fu docente nelle università del Maryland e della Pennsylvania. Dal 1925 lavorò presso il National Bureau of Standards di Washington di cui diresse il laboratorio di ricerca sulle basse temperature. Nel 1932, insieme con i chimici della Columbia University, Harold Urey (capo del gruppo di ricerca) e George Murphy, scoprì per via spettroscopica il deuterio o idrogeno pesante, un isotopo stabile dell'idrogeno[1] presente nei residui gassosi dell'idrogeno liquido.[2] I risultati raggiunti dai tre scienziati furono oggetto di un articolo pubblicato, nello stesso anno, nella rivista The Physical Review.[3] Per tale scoperta, Urey vinse il premio Nobel per la chimica nel 1934.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Vedi Enciclopedie on line, riferimenti in Bibliografia.
  2. ^ Gilberto Bernardini, in «Deuterio», Enciclopedia Italiana I Appendice, 1938.
  3. ^ Vedi A Hydrogen Isotope of Mass 2 and its Concentration, "The Physical Review", Second series, April I, 1932, Vol. 40, No, 1.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]