Felipe Anderson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Felipe Anderson
Dati biografici
Nome Felipe Anderson Pereira Gomes
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 178 cm
Peso 69 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Lazio Lazio
Carriera
Giovanili
2000
2000-2006
2006
2006-2007
2007
2007-2010
Flag of None.svg 14º CPMIND
Flag of None.svg Federal FC
Flag of None.svg SCR Gaminha
Flag of None.svg Astral EC
Coritiba Coritiba
Santos Santos
Squadre di club1
2010-2013 Santos Santos 61 (7)[1]
2013- Lazio Lazio 15 (0)
Nazionale
2011- Brasile Brasile U-20 6 (1)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 14 settembre 2014

Felipe Anderson Pereira Gomes (Brasilia, 15 aprile 1993) è un calciatore brasiliano, centrocampista della Lazio.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

In Brasile, nel Santos, si è imposto come trequartista puro. Fisico longilineo e ambidestro, possiede una grande tecnica di base, dribbling secco e uno stop in movimento eccellente, nonché di grande precisione nei calci piazzati: rigori, punizioni e corner. È inoltre un giocatore che riesce a muoversi benissimo tra le linee, rapido e scattante. Caratterizzato anche da spirito di sacrificio e umiltà, nella Nazionale Under-20 brasiliana ha giocato in una posizione arretrata, coprendo le spalle ad Ademilson.[2][3][4]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi[modifica | modifica sorgente]

Ha iniziato la sua carriera calcistica nell'Associação 14 Companhia de Polícia Militar Independente (CPMIND), a Santa Maria, all'età di sei anni. Poco dopo si trasferisce al Federal FC dove gioca fino al 2006, anno in cui viene ingaggiato dal Soprt Clube Recreativo Gaminha FC. Dopo alcune buone prestazioni viene ingaggiato dall'Astral EC, squadra del Paraná. Nel 2007 si trasferisce nelle giovanili del Coritiba e la stessa estate viene prelevato dal Santos.

Santos[modifica | modifica sorgente]

Esordisce, con la maglia della prima squadra del Santos, il 7 ottobre 2010, a 17 anni, nella partita di Série A vinta per 3-0 contro il Fluminense, sostituendo al 90' Zé Eduardo.[5] Il 17 ottobre 2010, nella partita contro il San Paolo, sostituisce al 58' Roberto Brum e alla sua seconda presenza da professionista viene ammonito al 77'; la partita viene persa per 4-3.[6] Il 28 novembre 2010 scende in campo, per la prima volta da titolare, nella partita persa per 3-2 contro l'Avaí, disputando tutti i minuti di gioco.[7]

Il 15 gennaio 2011 arriva l'esordio nel Paulistão, campionato di calcio dello stato di San Paolo, nella partita vinta 4-1 contro il Linense, nella quale subentra a Robinho al 70' e nell'ultimo minuto di gioco viene anche ammonito.[8] Gioca la sua prima partita da titolare, nel Campionato Paulista, il 5 febbraio 2011 contro il Santo André: la partita viene pareggiata 1-1 e Felipe Anderson gioca tutta la partita.[9] Il 12 febbraio 2011, non ancora diciottenne, mette a segno il suo primo gol da professionista ai danni del Noroeste, firmando al 70' il 2-0 finale.[10] Il 12 maggio 2011 esordisce in Coppa Libertadores, massima competizione sudamericana di calcio per club, nella vittoria per 1-0 contro il club colombiano dell'Once Caldas, subentrando al 74' all'autore del gol vittoria Alan Patrick.[11] Tre giorni dopo il suo esordio nella Coppa Libertadores vince anche il suo primo titolo da professionista, infatti il Santos batte il Corinthians nella finale per l'assegnazione del Paulistão. Il 22 maggio 2011 torna in campo nel massimo campionato brasiliano nel pareggio per 1-1 contro l'Internacional.[12] Il 22 giugno 2011, anche se non scende in campo nella finale, vince il suo primo titolo internazionale poiché il suo club batte 2-1 il club uruguaiano del Peñarol in finale di Coppa Libertadores. Il 7 settembre 2011 arriva anche il primo gol nel Brasileirão, firmando il 2-1 finale contro l'Avaí.[13] Dall'8 al 18 dicembre 2011, insieme al Santos, partecipa alla Coppa del mondo per club FIFA 2011, seppur senza scendere mai in campo, ottenendo la medaglia d'argento visto che il Santos viene battuto in finale dal club spagnolo del Barcellona. Nel 2010 ottiene quindi 5 presenze nel massimo campionato brasiliano. Nel 2011, in totale, vince due titoli e scende in campo in 29 partite nelle quali segna 2 gol.

La prima partita del 2012 arriva il 21 gennaio nel pareggio per 1-1 contro il XV de Piracicaba nella partita di Paulistão.[14] Il 10 febbraio 2012 mette a segno il suo primo gol stagionale, siglando il 4-1 finale contro il Botafogo.[15] Il 13 maggio 2012 vince il suo secondo Paulistão, infatti il Santos batte il Guarani in finale. L'8 luglio 2012 mette a segno la sua prima doppietta in carriera nella partita di Série A contro il Grêmio, vinta per 4-2.[16] Il 27 settembre 2012 vince il suo secondo titolo internazionale, poiché il Santos vince la finale contro il club cileno dell'Universidad de Chile di Recopa Sudamericana, trofeo calcistico sudamericano che, dal 2003, viene assegnato al termine di due partite che mettono di fronte i vincitori della Copa Libertadores e della Coppa Sudamericana dell'anno precedente. Conclude l'annata con 55 partite disputate nelle quali ha segnato 7 gol.

L'esordio stagionale arriva il 27 gennaio 2013 contro il Bragantino, partita pareggiata 2-2.[17] A fine Campionato Paulista ottiene 15 presenze e la medaglia d'argento, poiché il Santos viene battuto in finale dal Corinthians. Il 18 aprile 2013 gioca la sua prima partita in Coppa del Brasile nella partita vinta 2-0 contro il Flamengo, esordendo in partita in corso subentrando al 79' ad Arouca.[18] Gioca la prima partita stagionale della Série A il 26 maggio 2013 contro il Flamengo, partita pareggiata 0-0, subentrando a Walter Montillo all'80'.[19] A inizio luglio lascia la squadra che lo ha lanciato dopo avervi disputato 110 partite nelle quali ha messo a segno 9 gol.

Lazio[modifica | modifica sorgente]

Il 9 luglio si trasferisce alla società italiana della Lazio, con cui firma un contratto quinquennale[20] a 800.000 euro a stagione.[senza fonte] Fa il suo esordio con la nuova maglia il 3 ottobre 2013 in occasione della partita di Europa League pareggiata per 3-3 contro i turchi del Trabzonspor, giocando fino al 79' quando viene sostituito da Keita Baldé Diao. Tre giorni dopo, Anderson fa il suo esordio anche in Serie A partendo dal primo minuto in occasione della partita pareggiata per 0-0 contro il Fiorentina, viene sostituito poi al minuto 59 da Sergio Floccari. Il 28 novembre 2013 trova il suo primo gol, con la maglia biancoceleste, in occasione della partita di Europa League contro il Legia Varsavia, partita vinta 2-0.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Esordisce con la maglia della Seleção nel Campionato sudamericano di calcio Under-20 2013 in Argentina. Il 10 gennaio scende in campo, per la prima volta, nel pareggio per 1-1 contro l'Ecuador. Il 16 gennaio arriva anche la sua prima marcatura nella competizione, segnando su rigore al 45' nella partita vinta per 1-0 contro il Venezuela. Il 18 gennaio non supera il Girone B e quindi non si qualifica per il Girone Finale.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 14 settembre 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2010 Brasile Santos A1/SP+A 0+5 0+0 CdB 0 0 CS 0 0 - - - 5 0
2011 A1/SP+A 10+18 1+1 - - - CL 1 0 Cmc 0 0 29 2
2012 A1/SP+A 14+35 1+6 - - - CL 4 0 RSA 2 0 55 7
2013 A1/SP+A 15+3 0+0 CdB 3 0 - - - - - - 21 0
Totale Santos 39+61 2+7 3 0 5 0 2 0 110 9
2013-2014 Italia Lazio A 13 0 CI 2 0 UEL 5 1 SI 0 0 20 1
2014-2015 A 2 0 CI 1 0 - - - - - - 3 0
Totale Lazio 15 0 3 0 5 1 - - 23 1
Totale carriera 115 9 6 0 10 1 2 0 133 10

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni statali[modifica | modifica sorgente]

Santos: 2011, 2012

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Santos: 2011
Santos: 2012

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ 100 (9) se si comprendono le partite disputate nel Campionato Paulista.
  2. ^ Lazio, ecco chi è Felipe Anderson - Il nuovo jolly biancoceleste ilmessaggero.it
  3. ^ Fantacalcio: alla scoperta di Felipe Anderson mondopallone.it
  4. ^ I nuovi stranieri della Serie A: Felipe Anderson calcioweb.eu
  5. ^ Fluminense 0 - Santos 3 soccerway.com
  6. ^ San Paolo 4 - Santos 3 soccerway.com
  7. ^ Avaì 3 - Santos 2 soccerway.com
  8. ^ Linense 1 - Santos 4 soccerway.com
  9. ^ Santo André 1 - Santos 1 soccerway.com
  10. ^ Santos 2 - Noroeste 0 soccerway.com]
  11. ^ Once Caldas 0 - Santos 1 soccerway.com
  12. ^ Santos 1 - Internacional 1 soccerway.com
  13. ^ Avaí 1 - Santos 2 soccerway.com
  14. ^ XV de Piracicaba 1 - Santos 1 soccerway.com
  15. ^ Botafogo SP 1 - Santos 4 soccerway.com
  16. ^ Santos 4 - Gremio 2 soccerway.com
  17. ^ Bragantino 2 - Santos 2 soccerway.com
  18. ^ Santos 2 - Flamengo 0 soccerway.com
  19. ^ Santos 0 - Flamengo 0 soccerway.com
  20. ^ Comunicato: Felipe Anderson è della Lazio sslazio.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • (DEENIT) Felipe Anderson in Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.