Felice Fontana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto di Felice Fontana
Busto di Fontana alla Specola

Felice Fontana (Pomarolo, 15 aprile 1730Firenze, 10 marzo 1805) è stato un fisico italiano. È stato inoltre un illustre tossicologo e studioso dell'occhio umano.

Studi e insegnamento[modifica | modifica wikitesto]

Perfezionò i propri studi di scienze filosofiche, fisiche ed anatomiche in varie città italiane. Fontana studiò Anatomia e Fisiologia all'Università di Padova. Nel 1765 fu nominato professore di logica a Pisa; l'anno successivo fu chiamato dal Granduca a Firenze e nominato fisico di corte.

Contribuì in modo determinante alla realizzazione del Museo di Fisica e Storia Naturale che diresse fino al 1805. Il Museo fu inaugurato presso Palazzo Pitti a Firenze nel 1775. È in questo periodo che Fontana si interessò di veleni e si dedicò allo studio dei movimenti oculari.

I viaggi[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1775 al 1780 Fontana fece molti viaggi in Europa. Nel 1775 pubblicò un trattato, 'Ricerche fisiche sopra l'aria fissa', sul diossido di carbonio (in opposizione, tra gli altri, alle teorie di Torbern Bergman) e nel 1779-1780 condusse importanti ricerche sul curaro.

Nel 1779 pubblicò presso "The London Royal Society" due trattati di chimica: Experiments and observations on the inflammable air breathed by various animals e Account of the airs extracted from different kinds of water.

Nel 1783 pubblicò Principi generali della solidità e della fluidità dé corpi, in cui sostenne che la materia era soggetta a due forze newtoniane, una attraente ed una espansiva.

Collaborò con famosi ceroplasti alla preparazione delle cere anatomiche della Specola di Firenze, del quale fu il primo direttore del museo. Gli interessi scientifici dell'abate Felice Fontana spaziarono in molti campi della scienza: dalla biologia all'anatomia, dalla fisiologia alla chimica. Suo fratello fu il matematico Gregorio Fontana.

Opere maggiori[modifica | modifica wikitesto]

  • Dei moti dell'iride (Lucca, 1765);
  • Nuove osservazioni sopra i globetti rossi del sangue (1766);
  • De irritabilitatis legibus... (1767);
  • Ricerche fisiche sopra il veleno della vipera (Lucca, 1767);
  • Descrizione ed uso di alcuni stromenti per misurare la salubrità dell'aria (Firenze, 1775);
  • Ricerche fisiche sopra l'aria fissa (Firenze, 1775);
  • Recherches physiques sur la nature de l'air nitreux et de l'air déphlogistiqué (Paris, 1776);
  • Traité sur le vénin de la vipere, sur les poisons americains... (Firenze, 1781, 2 voll.);
  • Opuscoli scientifici (Firenze, 1783).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 46818873 LCCN: n82040910 SBN: IT\ICCU\SBLV\042285