Feke

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Feke
ilçe belediyesi
Localizzazione
Stato Turchia Turchia
Regione Mar Mediterraneo
Provincia Adana
Distretto Feke
Territorio
Coordinate 37°49′N 35°55′E / 37.816667°N 35.916667°E37.816667; 35.916667 (Feke)Coordinate: 37°49′N 35°55′E / 37.816667°N 35.916667°E37.816667; 35.916667 (Feke)
Abitanti 4 603 (2010)
Altre informazioni
Fuso orario UTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Turchia
Feke
Sito istituzionale

Feke è una città della Turchia, centro dell'omonimo distretto della provincia di Adana. Si trova a 122 km dalla città di Adana, a 620 metri sul livello del mare.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'area fu occupata dagli Hittiti nel XVI secolo a.C., dai Persiani nel VI secolo a.C., conquistata da Alessandro Magno nel 333 a.C., ed in seguito passò nelle mani di Romani e Bizantini.

Feke è vicina ad un passo attraverso i monti Anti-tauro, a nord di Adana, dove nel periodo bizantino fu costruito un castello che si chiamava Vahga o Vahka, nome che si è trasformato nell'attuale Feke.

Quando gli eserciti dell'Islam conquistarono l'Armenia, dopo il 1071 la popolazione Armena fuggì sui monti e catturò il castello dai Bizantini.

Esso divenne un'importante piazzaforte della famiglia dei Rupenidi che più tardi divennero i sovrani del Regno armeno di Cilicia.

Più tardi passò nelle mani dei Mamelucchi e poi degli Ottomani.

Sotto la turcocrazia, il villaggio continuava ad essere abitato da greci cristiano-ortodossi e si denominava Farassa. Questo e altri piccoli villaggi circostanti avevano una forte presenza greco-ortodossa. Nel 1924, a seguito dello scambio di popolazioni secondo gli accordi dei rispettivi governi, i greci in turchia emigrarono in Grecia e i turchi in Grecia emigrarono in Turchia. Fu così che l'antico villaggio di Farassa prese il nome ufficiale di Feke ed ebbe presenza turco mussulmana.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) J. G. Dunbar, W. W. M. Boal, The Castle of Vahga in Anatolian Studies, Vol. 14, Londra, British Institute at Ankara, 1964, pagine 175-184. URL consultato il 1º giugno 2008.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Turchia Portale Turchia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Turchia