Federico di Utrecht

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Federico di Utrecht
Frederik Bloemaert - S. Fredericus.jpg

Vescovo e martire

Nascita 781 circa
Morte Walcheren, 18 luglio 838
Venerato da Chiesa cattolica
Ricorrenza 18 luglio
Attributi bastone pastorale

Federico di Utrecht (781 circa – Isola di Walcheren, 18 luglio 838) fu vescovo di Utrecht dall'820 circa alla morte ed è venerato come santo dalla Chiesa cattolica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nipote del re dei Frisi Radbodo, fu ordinato prete della diocesi di Utrecht e fu incaricato dell'educazione dei catecumeni: succedette nell'episcopato al vescovo Ricfrido e si occupò del completamento dell'evangelizzazione dei Frisi, della quale incaricò sant'Odulfo (che fu poi il suo biografo); fu anche consigliere dell'imperatore Ludovico il Pio.

Secondo una tradizione, fu assassinato mentre celebrava la messa dai sicari dell'imperatrice Giuditta di Baviera (seconda moglie di Ludovico), di cui aveva pubblicamente condannato i costumi; per altri, fu ucciso dai pagani dell'isola zelandese di Walcheren che si opponevano alla sua missione: è per questo venerato come martire.

Memoria liturgica il 18 luglio.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Successioni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Arcivescovo di Utrecht Successore BishopCoA PioM.svg
Ricfredo
804 - 827
828 - 838 Alberico
828 - 845