Federico di Sassonia-Weimar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Federico di Sassonia-Weimar (Altenburg, 1º marzo 1596Fleury, 19 agosto 1622) è stato un duca tedesco.

Il duca Federico era figlio di Giovanni di Sassonia-Weimar e della di lui moglie Dorotea Maria di Anhalt.

I duchi Giovanni Ernesto I di Sassonia-Weimar, Guglielmo di Sassonia-Weimar, Alberto di Sassonia-Eisenach, Giovanni Federico di Sassonia-Weimar, Ernesto I di Sassonia-Gotha-Altenburg e Bernardo di Sassonia-Weimar erano suoi fratelli.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Con il suo fratello maggiore Giovanni I di Sassonia-Weimar, detto il Giovane, ricevette la sua prima educazione dal precettore e maestro di corte Federico di Kospoth. Con il fratello maggiore e con Federico studiò anche a Jena.

Il 24 agosto 1617 nel castello di Hornstein (oggi Wilhelmsburg) fu fondata la Società dei Carpofori. Quale socio co-fondatore ricevette dal principe Ludovico I di Anhalt-Köthen il nome di La speranza e come mottoes soll noch werden mentre come arma gli fu destinato una ciliegia non ancora matura pendente da un albero.

Poche settimane dopo il duca Federico iniziò il suo Grand Tour. Egli si recò in Francia, quindi in Inghilterra e tornò in patria attraverso i Paesi Bassi nel 1619.

Insieme ai fratelli Giovanni I il giovane, Guglielmo IV e Giovanni Federico, combatté dalla parte die protestanti nella guerra boema.

Sotto il conte Pietro Ernesto II di Mansfeld prestò servizio come colonnello. Nel reggimento di Cristiano di Halberstadt cercò nel 1622 presso Fleury di forzare il blocco delle truppe spagnole al comando di Gonzalo Férnandez de Córdoba ma rimase ferito a morte.


Controllo di autorità VIAF: 59519571

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie