Federico Peluso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Federico Peluso
FedericoPeluso.JPG
Federico Peluso con la maglia dell'Atalanta
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 188[1] cm
Peso 77[2] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Squadra Sassuolo Sassuolo
Carriera
Giovanili
Lazio Lazio
Squadre di club1
2001-2004 Pro Vercelli Pro Vercelli 43 (1)[3]
2004-2006 Ternana Ternana 66 (1)
2006-2009 AlbinoLeffe AlbinoLeffe 57 (4)[4]
2009-2013 Atalanta Atalanta 112 (4)
2013-2014 Juventus Juventus 21 (1)
2014- Sassuolo Sassuolo 0 (0)
Nazionale
2012 Italia Italia 3 (1)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 3 luglio 2014

Federico Peluso (Roma, 20 gennaio 1984) è un calciatore italiano, difensore del Sassuolo.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Terzino sinistro, può ricoprire anche il ruolo di difensore centrale.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi: Pro Vercelli, Ternana e Albinoleffe[modifica | modifica sorgente]

Cresciuto nella scuola calcio della A.S.D. Petriana di Roma, passa nelle giovanili della Lazio, e nel 2001 viene lasciato libero dalla società capitolina per trasferirsi poi alla Pro Vercelli, società di Serie C2, dove disputa tre stagioni. Nella sessione estiva del mercato 2004 viene acquistato dalla Ternana, società di Serie B, dove disputa due stagioni.

Nella sessione estiva del mercato 2006 viene acquistato dall'AlbinoLeffe, società di Serie B, dove disputa altre due stagioni, mettendosi in evidenza sfiorando di un soffio la promozione in Serie A. Nella stagione successiva, a causa di dissidi di natura economica con la società seriana, viene inizialmente messo fuori rosa e, nel corso della sessione invernale del mercato, ceduto all'Atalanta in cambio della comproprietà di Karamoko Cissè.[5] Questo scambio rappresenta il primo storico trasferimento di un calciatore dai seriani alla principale società bergamasca.

Atalanta[modifica | modifica sorgente]

L'8 marzo 2009 debutta in Serie A partendo da titolare nell'incontro Milan-Atalanta 3-0, disputato allo Stadio San Siro di Milano. Nel corso della stagione raccoglie otto presenze, offrendo buone prestazioni sia come difensore centrale che come terzino sinistro.

Nella stagione successiva, il 25 ottobre 2009 segna il primo gol nella massima serie nel corso dell'incontro Atalanta-Parma, disputato allo Stadio Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo, fissando il risultato sul 3-1 finale.[6] Nella partita di campionato valida per fini di salvezza contro il Bologna, dopo un'azione degli emiliani, fa autogol a porta vuota dopo la respinta di un tiro da parte di Andrea Consigli. L'autogol fisserà il punteggio sull'1-1, e si rivelerà decisivo per la retrocessione dei lombardi in Serie B.

La stagione successiva è quella del riscatto, infatti il giocatore sfodera buone prestazioni venendo impiegato costantemente dal neo tecnico orobico Colantuono che lo impiega sia come terzino sinistro che come difensore centrale. Il 2 marzo 2011, nel big-match contro il Torino, realizza il suo secondo gol con la maglia dell'Atalanta (la partita finirà 2 a 1 per i nerazzurri).[7] Conclude la stagione con 35 presenze (33 in campionato e 2 in Coppa Italia) e con la vittoria del campionato cadetto. È stato inserito nella squadra dei Top 11 del campionato di Serie B 2010-2011.[8] L'anno seguente rimane nella squadra bergamasca in Serie A, disputando 33 partite e segnando anche un gol il 21 dicembre 2011 nella partita vinta per 4-1 contro il Cesena. Nella stagione 2012-2013 scende invece in campo in 13 occasioni, segnando anche il gol del momentaneo 2-0 nella partita vinta per 2-1 contro il Parma.

Juventus[modifica | modifica sorgente]

Il 3 gennaio 2013 passa alla Juventus in prestito con diritto di riscatto.[9] Il 6 gennaio, alla prima occasione, fa il suo esordio con la maglia bianconera, nella partita casalinga persa per 2-1 contro la Sampdoria.[10] Il 22 gennaio 2013 segna la prima rete in bianconero, portando momentaneamente in vantaggio la Juventus nella semifinale di andata di Coppa Italia contro la Lazio, terminata 1-1.[11] Il 12 febbraio successivo fa il suo esordio in Champions League nella trasferta vittoriosa di Glasgow contro il Celtic (0-3), in cui fornisce l'assist per la rete di Alessandro Matri, che apre le marcature.[12] Il 5 maggio 2013, grazie alla vittoria interna sul Palermo per 1-0, vince – con tre giornate d'anticipo – il primo scudetto in carriera.[13] Il 17 giugno successivo viene riscattato interamente dalla Juventus per 4,8 milioni di euro.[14] Il 15 dicembre 2013 segna la prima rete in campionato con la maglia bianconera in una partita vinta dalla Juventus per 4-0 contro il Sassuolo, con un colpo di testa all'incrocio dei pali valevole per il momentaneo 2-0. Nella seconda parte della stagione subisce un infortunio che lo tiene lontano dai campi per un po' di tempo. Ritorna a disposizione nella partita di ritorno dei quarti di finale dell'Europa League contro il Lione, senza tuttavia scendere in campo.

Sassuolo[modifica | modifica sorgente]

Il 3 luglio 2014 la Juventus comunica la sua cessione a titolo definitivo al Sassuolo per un importo di 4,5 milioni di euro pagabili in tre anni.[15]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Mai convocato nelle rappresentative giovanili, il 10 agosto 2012 viene convocato per la prima volta in Nazionale maggiore dal ct Cesare Prandelli in occasione dell'amichevole contro l'Inghilterra del 15 agosto a Berna, nella quale fa il suo debutto ufficiale in azzurro.[16] Il 7 settembre dello stesso anno è alla seconda presenza in azzurro, subentrando dalla panchina nella partita valida per le qualificazioni ai Mondiali del 2014 e pareggiata per 2-2 contro la Bulgaria. L'11 settembre 2012 segna il suo primo gol in nazionale contro la nazionale maltese, con un colpo di testa nei minuti finali, fissando il risultato sul 2-0.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 5 maggio 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2001-2002 Italia Pro Vercelli C2 1 0 CI-C  ?  ? - - - - - - 1+ 0+
2002-2003 C2 17+0[17] 1+0[17] CI-C  ?  ? - - - - - - 17+ 1+
2003-2004 C2 25+2[17] 0 CI-C  ?  ? - - - - - - 27+ 0+
Totale Pro Vercelli 43+2 1+0 0+ 0+ - - - - 45+ 1+
2004-2005 Italia Ternana B 35 0 CI 4 0 - - - - - - 39 0
2005-2006 B 31 1 CI 2 0 - - - - - - 33 1
Totale Ternana 66 1 6 0 - - - - 72 1
2006-2007 Italia Albinoleffe B 21 1 CI 0 0 - - - - - - 21 1
2007-2008 B 36+4[18] 3+1[18] CI 1 0 - - - - - - 41 4
2008-gen. 2009 B 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
Totale Albinoleffe 57+4 4+1 1 0 - - - - 62 5
gen.-giu. 2009 Italia Atalanta A 8 0 CI 0 0 - - - - - - 8 0
2009-2010 A 24 1 CI 1 0 - - - - - - 25 1
2010-2011 B 33 1 CI 2 0 - - - - - - 35 1
2011-2012 A 33 1 CI 1 0 - - - - - - 34 1
2012-gen. 2013 A 13 1 CI 0 0 - - - - - - 13 1
Totale Atalanta 112 4 4 0 - - - - 116 4
gen.-giu. 2013 Italia Juventus A 12 0 CI 2 1 UCL 3 0 - - - 17 1
2013-2014 A 9 1 CI 2 0 UCL+UEL 1+2 0+0 SI 0 0 14 1
Totale Juventus 21 1 4 1 6 0 0 0 31 2
2014-2015 Italia Sassuolo A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
Totale carriera 300+6 11+1 15+ 1+ 6 0 0 0 327+ 14+

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
15/08/2012 Berna Italia Italia 1 – 2 Inghilterra Inghilterra Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
07/09/2012 Sofia Bulgaria Bulgaria 2 – 2 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 69’ 69’
11/09/2012 Modena Italia Italia 2 – 0 Malta Malta Qual. Mondiali 2014 1
Totale Presenze 3 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Atalanta: 2010-2011
Juventus: 2012-2013, 2013-2014
Juventus: 2013

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.transfermarkt.it/federico-peluso/profil/spieler/21763
  2. ^ Federico Peluso, juventus.com. URL consultato il 5 gennaio 2013.
  3. ^ 45 (1) se si comprendono i play-out 2003 e 2004.
  4. ^ 61 (5) se si comprendono i play-off 2008.
  5. ^ UFFICIALE: Peluso all'Atalanta, Cisse all'Albinoleffe, Tutto Mercato Web. URL consultato il 12 gennaio 2009.
  6. ^ FEDERICO PELUSO, Bergamo Nerazzurra. URL consultato il 27 ottobre 2009.
  7. ^ Torino-Atalanta 1-2, Atalanta.it. URL consultato il 2 marzo 2011.
  8. ^ Gran Galà Top 11 Serie B 2011 a Rimini in Calciatori-online.com, 24 maggio 2011.
  9. ^ Peluso in bianconero, juventus.com, 3 gennaio 2013. URL consultato il 3 gennaio 2013.
  10. ^ Riccardo Pratesi, Juventus-Sampdoria 1-2 - Doppio Icardi, capolista k.o. in La Gazzetta dello Sport, 6 gennaio 2013. URL consultato il 7 gennaio 2013.
  11. ^ Riccardo Pratesi, Juventus-Lazio 1-1 in Coppa Italia - A Peluso risponde Mauri in La Gazzetta dello Sport, 22 gennaio 2013. URL consultato il 14 febbraio 2013.
  12. ^ Fotonotizia: Peluso e Padoin, esordio in Champions! in Tuttoatalanta.com, 12 febbraio 2012. URL consultato il 14 febbraio 2012.
  13. ^ Riccardo Pratesi, Juventus, scudetto bis: 1-0 sul Palermo. Conte sale ancora sul tetto della Serie A in La Gazzetta dello Sport, 5 maggio 2013. URL consultato il 6 maggio 2013.
  14. ^ ACQUISIZIONE DEFINITIVA DEL CALCIATORE FEDERICO PELUSO in juventus.com, 17 giugno 2013.
  15. ^ Marrone e Peluso, gli accordi con il Sassuolo, juventus.com.
  16. ^ Sono 8 le novità di Prandelli per l'amichevole con l'Inghilterra Figc.it
  17. ^ a b c Play-out serie C.
  18. ^ a b Play-off serie B.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]