Federico I del Württemberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando Federico I, duca di Württemberg dal 1593 al 1608, vedi Federico I di Württemberg.
Federico I
Federico I
Ritratto di Federico I del Württemberg
Re del Württemberg
In carica 26 dicembre 1805 – 30 ottobre 1816
Predecessore Carlo Teodoro
come elettore di Baviera
Successore Ludovico I
Nome completo Federico Guglielmo Carlo
Altri titoli Re di Baviera
elettore di Baviera
elettore platino
duca di Zweibrücken e Berg.
Nascita Treptow, 6 novembre 1754
Morte Stoccarda, 30 ottobre 1816
Casa reale Württemberg
Padre Federico II Eugenio di Württemberg
Madre Federica Dorotea di Brandeburgo-Schwedt
Coniugi Augusta di Brunswick-Wolfenbüttel
Carlotta di Hannover

Federico I Guglielmo Carlo del Württemberg, detto Dicker Friedrick, (Federico il Grasso) (Treptow, 6 novembre 1754Stoccarda, 30 ottobre 1816), già duca del Württemberg dal 1797 al 1806 con il nome di Federico II del Württemberg, fu il primo re del Württemberg, dal 1806 sino alla sua morte.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ritratto del giovane duca Federico.

Figlio del duca Federico Eugenio e di Federica Dorotea di Brandeburgo-Schwedt, sposò nel 1780 la principessa Augusta Carolina di Braunschweig-Wolfenbüttel (17641788) dalla quale ebbe due figli maschi ed una femmina. Nel 1783 la zarina Caterina II lo nominò governatore generale della Finlandia russa fino al 1787. Il 27 settembre 1788 nel castello di Lhode, Estonia occidentale, morì la moglie Augusta, in circostanze ancor oggi non chiarite, dopo che la coppia si era divisa.

Undici anni dopo Federico sposò in seconde nozze a Londra Carlotta di Hannover, principessa di Gran Bretagna ed Irlanda (17661828), figlia del re Giorgio III e della regina Carlotta di Meclemburgo-Strelitz, dalla quale non ebbe figli.

Il 23 dicembre 1797, dopo la morte del padre, Eugenio Federico Carlo Guglielmo divenne duca regnante del Württemberg con il nome di Federico II. Egli aveva fama di prepotente e collerico, ma anche di politico risoluto. Regnò in modo neo-assolutista ed annullò i poteri delle rappresentanze dei ceti del paese.

Augusta Carolina di Braunschweig-Wolfenbüttel.

Nel 1800 il Württemberg fu occupato dalle truppe francesi di Napoleone Bonaparte ed il duca fu obbligato ad allearsi alla Francia. Nel corso della secolarizzazione conseguente al trattato di Parigi del 20 maggio 1802, che consolidava definitivamente l’annessione alla Francia dei territori sulla riva sinistra del Reno avvenuta nel 1793, molti piccoli stati tedeschi sulla riva destra furono sciolti ed alcuni dei loro territori, fra il 1803 ed il 1806, furono assegnati al ducato del Württemberg, cosicché questo divenne nel maggio 1803 sede di principe elettore, e si ingrandì significativamente. I nuovi territori furono subito incorporati nel "Nuovo Württemberg".

Nell’ottobre 1805 lo stesso Napoleone si recò a Ludwigsburg[1] per trattare con il duca-principe elettore.[2] Il risultato fu che il 1 gennaio 1806 il neo-principe elettore ricevette la dignità regale. A quella data il territorio del Nuovo Württemberg si era ampliato quasi del doppio di quanto era nel 1803.

Accanto all'"Antico Württemberg" protestante si affiancarono nel nuovo regno numerosi territori cattolici cosicché il nuovo re perseguì una politica di equiparazione dei diritti e la costituzione del vecchio stato fu radicalmente modificata dal re sotto la responsabilità del suo primo ministro, Wintzingerode il Vecchio. Il paese fu uniformemente organizzato e ricevette una rigida ed illuminata amministrazione. Il precedente consiglio segreto fu rimpiazzato come autorità governativa da un ministero statale e Federico I divenne il fondatore del moderno stato del Württemberg. Con forte autorità Federico accelerò il processo di unificazione, spesso senza alcun rispetto per le tradizioni. Il Württemberg entrò nel 1806 nella Confederazione renana, sotto il protettorato di Napoleone, ove Federico si dimostrò in seguito membro autonomo.

Regno del Württemberg
Württemberg
Coat of Arms of the Kingdom of Württemberg, 1817.svg

Federico I
Guglielmo I
Carlo
Guglielmo II
Modifica

La figlia di Federico, Caterina, sposò il fratello minore di Napoleone, Girolamo, che divenne re di Westfalia, con il che la famiglia Bonaparte si imparentò con una delle più antiche dinastie europee.

Durante la Deutsche Befreiungskrieg (guerra di liberazione tedesca)[3], Federico cambiò fronte e si aggiunse agli alleati della sesta coalizione ed il Württemberg partecipò alle battaglie contro Napoleone. Per Federico l’essere il cognato del reggente del trono inglese (più tardi re Giorgio IV) e lo zio dello zar Alessandro I[4] agevolò naturalmente il suo ingresso nell’alleanza.

Dopo la caduta di Napoleone partecipò al Congresso di Vienna dal quale fu confermato re del Württemberg. In quella sede Federico ed i suoi ministri furono molto impegnati a far sì che lo stato mantenesse i territori acquisiti nei precedenti quindici anni. Egli quindi divenne il bersaglio dell'organizzazione dei principi spodestati, che speravano nel sostegno delle grandi potenze per recuperare la loro perduta sovranità. Ma alla fine la monarchia austriaca, che era vista come la naturale alleata di questi principi, era più interessata ad essere l'alleata di uno stato tedesco di medie dimensioni come il Württemberg piuttosto che la protettrice di una miriade di piccoli regni come era stato nel vecchio impero ed a Federico fu consentito di mantenere i territori acquisiti.

Dopo il crollo del sistema napoleonico Federico spinse la figlia Caterina a separarsi dal marito Girolamo ma lei decise invece di rimanergli accanto. Così l’ex sovrano della Westfalia ricevette il titolo wurttemburghese di principe di Monfort. Il figlio di Caterina, soprannominato principe Plon- Plon, fu così il capostipite della oggi florida famiglia Bonaparte, che discende dal re Federico.

I primi due decenni del XIX secolo furono funestati da cattivi raccolti e culminarono con la crisi del 1816-1817. Federico morì nell’autunno del 1816, dopo breve malattia e la sua salma fu tumulata nella cripta del castello di Ludwigsburg.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Dalla prima moglie Federico ebbe quattro figli:

Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Federico I del Württemberg Padre:
Federico II Eugenio di Württemberg
Nonno paterno:
Carlo I Alessandro di Württemberg
Bisnonno paterno:
Federico Carlo di Württemberg-Winnental
Trisnonno paterno:
Eberardo III di Württemberg
Trisnonna paterna:
Anna Caterina di Salm-Kyrburg
Bisnonna paterna:
Eleonora Giuliana di Brandeburgo-Ansbach
Trisnonno paterno:
Alberto II di Brandeburgo-Ansbach
Trisnonna paterna:
Sofia Margherita di Oettingen-Oettingen
Nonna paterna:
Maria Augusta di Thurn und Taxis
Bisnonno paterno:
Anselmo Francesco di Thurn und Taxis
Trisnonno paterno:
Eugenio Alessandro di Thurn und Taxis
Trisnonna paterna:
Anna Adelaide di Fürstenberg-Heiligenberg
Bisnonna paterna:
Maria Ludovica Anna di Lobkowicz
Trisnonno paterno:
Ferdinando Augusto Leopoldo di Lobkowicz
Trisnonna paterna:
Maria Anna di Baden-Baden
Madre:
Federica Dorotea di Brandeburgo-Schwedt
Nonno materno:
Federico Guglielmo di Brandeburgo-Schwedt
Bisnonno materno:
Filippo Guglielmo di Brandeburgo-Schwedt
Trisnonno materno:
Federico Guglielmo I di Brandeburgo
Trisnonna materna:
Sofia Dorotea di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Bisnonna materna:
Giovanna Carlotta di Anhalt-Dessau
Trisnonno materno:
Giovanni Giorgio II di Anhalt-Dessau
Trisnonna materna:
Enrichetta Caterina d'Orange
Nonna materna:
Sofia Dorotea di Prussia
Bisnonno materno:
Federico Guglielmo I di Prussia
Trisnonno materno:
Federico I di Prussia
Trisnonna materna:
Sofia Carlotta di Brunswick-Lüneburg
Bisnonna materna:
Sofia Dorotea di Hannover
Trisnonno materno:
Giorgio I del Regno Unito
Trisnonna materna:
Sofia Dorotea di Celle

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Gran maestro dell'ordine di Sant'Uberto del Württemberg (dal 1807 Ordine dell'Aquila d'oro) - nastrino per uniforme ordinaria Gran maestro dell'ordine di Sant'Uberto del Württemberg (dal 1807 Ordine dell'Aquila d'oro)
Gran maestro dell'ordine al merito militare del Württemberg - nastrino per uniforme ordinaria Gran maestro dell'ordine al merito militare del Württemberg

Onorificenze estere[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'Onore
«Almanacco Imperiale del 1805»

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La splendida sede estiva dei duchi del Württemberg, situata a nord di Stoccarda ed alternatasi a quest'ultima come capitale del ducato.
  2. ^ In quell’occasione circolò questo aneddoto. Appena il Bonaparte, che raggiungeva appena la statura di 1 metro e 68 centimetri, fu alla presenza del duca, 2 metri e 11 centimetri di altezza e quasi 200 chilogrammi di peso, avrebbe esclamato: «Non avrei mai immaginato che la pelle umana potesse dilatarsi tanto!» ed il duca gli avrebbe risposto: «Ed io sono stupito che un così piccolo corpo possa contenere tanto veleno!»
  3. ^ Così Federico Guglielmo III di Prussia chiamò nel suo proclama Am mein Volk (Al mio popolo) la guerra del 1813 contro Napoleone Bonaparte.
  4. ^ La sorella di Federico, Sofia Dorotea Augusta Luisa del Württemberg (17591828, divenuta Maria Fjodorovna) aveva sposato nel settembre del 1776 lo zar Paolo I di Russia, vedovo di Guglielmina Luisa d'Assia-Darmstadt, e fu così la madre del futuro zar Alessandro I (17771825, zar dal 1801)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

separatore

Preceduto da: Duca di Württemberg Succeduto da:
Federico II Eugenio
17951797
Wappen Wuerttemberg.png
Federico II di Württemberg 17971806
Regno dal 1806

separatore

Preceduto da: Regno del Württemberg Succeduto da:
Regno dal 1º gennaio 1806
Coat of Arms of the Kingdom of Württemberg, 1817.svg

Federico I di Württemberg
18061816
Guglielmo I di Württemberg
(18161764)

Controllo di autorità VIAF: 262690344 LCCN: n84113592