Federico Guglielmo Raiffeisen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati di "Raiffeisen", vedi Raiffeisen.
Friedrich Wilhelm Raiffeisen

Friedrich Wilhelm Raiffeisen (Hamm, 30 marzo 1818Heddesdorf, 11 marzo 1888) è stato un politico tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato il 30 marzo 1818 a Hamm sul fiume Sieg, negli anni dell'infanzia e dell'adolescenza riceve una profonda educazione religiosa.

Nel 1845, dopo gli studi a Coblenza, Raiffeisen è nominato Borgomastro di Weyerbusch, un piccolo villaggio di montagna noto come il "paese della povera gente" della regione del Westerwald, comprendente 22 comuni. Prendendo coscienza delle difficoltà dei suoi amministrati, durante la crisi economica ed alimentare degli anni 1846-48, fonda una Commissione di assistenza per i poveri chiedendo un prestito agli abitanti più agiati della regione introducendo, come copertura, il principio della responsabilità illimitata dei soci. Con i soldi raccolti acquista il grano a Colonia e distribuisce la farina fra i contadini indigenti. Per vincere la fame promuove la costruzione di un forno comunitario, frutto della collaborazione di tutta la comunità, così che la Commissione di assistenza diviene una Società del pane, venduto a credito a tutte le famiglie, anche le più povere, a bassissimo costo.

Trasferito per decreto imperiale a Flammersfeld en Westerwald, si trova di fronte gli stessi problemi. Il 1º dicembre 1849 fonda la Società di mutuo soccorso di Flammersfeld per l'assistenza degli agricoltori sprovvisti di mezzi. Grazie alla vasta reputazione di cui gode, l'ente ottiene numerosi depositi da parte dei cittadini più benestanti. Si sviluppa così un sistema di depositi e prestiti a contadini e artigiani, una sorta di prima Cassa Rurale e Artigiana.

Nell'autunno del 1852 viene trasferito Heddersdorf vicino a Neuwied nella valle del Reno e fonda la Società di beneficenza di Heddersdorf che diventerà l'Associazione Cassa Rurale di Heddersdorf.

Ritiratosi e pressoché cieco, aiutato dalla figlia Amalia, percorse la campagna e i paesi limitrofi della Germania per aiutare alla creazione delle cooperative lattiere. In Francia trovò aiuto in quei circoli che erano ispirati da Charles Fourier, Louis Blanc e Louis Durand.

In Italia l'avvio delle Casse rurali fu soprattutto merito di Leone Wollemborg, di famiglia ebrea padovana, di origine tedesca, che aveva letto tutte le opere di Raiffeisen e che trovò l'incondizionato appoggio del basso clero veneto che trovava l'unico punto di contatto nella comune lotta all'estrema povertà delle zone rurali. Altra figura di spicco fu Don Lorenzo Guetti che, sempre ispirandosi alle Associazioni casse di prestito di Raiffeisen, diede vita al movimento cooperativo in Trentino[1]

Il paese dove maggiore fu l'influenza di Raiffeisen fu l'Austria dove tuttora gli è dedicata una organizzazione bancaria cooperativa molto efficiente che è collegata con analoghe iniziative in provincia di Bolzano.

Scritti Principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Friedrich Wilhelm Raiffeisen, Le Associazioni Casse di Prestito. Raiffeisen, l'uomo che vinse la miseria. Saggio introduttivo di Pietro Cafaro, Edizione 2010, Roma, Ecra - Edizioni del Credito Cooperativo, Collana I Classici del Credito Cooperativo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alberto Ianes, Corriere della Sera del 26 ottobre 2009

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 35249185 LCCN: n86080005