Federico Cristiano II di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Federico Cristiano II
Herug Frederik Christian II.jpg
Duca di Augustenburg
In carica 17941814
Predecessore Federico Cristiano I di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg
Successore Cristiano di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg
Nascita Augustenborg, 28 settembre 1765
Morte Augustenborg, 14 giugno 1814
Casa reale Casa di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg

(Casato degli Oldenburg)

Padre Federico Cristiano I di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg
Madre Carlotta Amalia Guglielmina di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Plön
Consorte Luisa Augusta di Danimarca
Figli Carolina Amalia, Regina di Danimarca
Cristiano Augusto II
Federico, Principe di Noer

Federico Cristiano II di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg, duca di Augustenburg (Augustenborg, 28 settembre 1765Augustenborg, 14 giugno 1814), fu un principe danese e un magnate feudale. Era proprietario dell'isola di Als e di alcuni altri castelli, come ad esempio Sønderborg, nello Schleswig.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Egli nacque come figlio maggiore del duca Federico Cristiano I di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg (1721-1794) e della moglie, la cugina principessa Carlotta Amalia Guglielmina di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Plön (1744-1770). Fino alla morte del padre egli godette del titolo di Principe Ereditario di Augustenburg.

Egli fu un principe con una larga parte di sangue danese nelle sue vene, visto che le sue nonne materna e paterna e la bisnonna paterna nacquero, rispettivamente, Contessa di Reventlow, Contessa di Danneskiold-Samsoe e Contessa di Ahlefeldt-Langeland. Egli era imparentato con tutte le famiglie importanti dell'alta nobiltà della Danimarca; effettivamente però questo suo albero genealogico presentava dei lati negativi, infatti i suoi antenati erano piuttosto comitali, invece che comprendere principesse reali e duchesse di staterelli tedeschi, come era comune per la famiglia reale di Oldenburg.

Nel 1786, il ventenne Principe Ereditario sposò una sua lontana cugina, la quattordicenne Luisa Augusta di Danimarca e Norvegia (1771-1843), figlia della regina Carolina Matilde di Danimarca. Luisa Augusta era nata durante il matrimonio della regina con il folle re Cristiano VII di Danimarca e Norvegia, ma non ufficialmente si sapeva che ella era figlia naturale di Johann Friedrich Struensee, medico reale e reggente de facto della nazione al momento della nascita della Principessa (che, a volte, veniva chiamata la petite Struensee).

Il matrimonio fu il frutto di un'abile politica del ministro degli esteri danese: nel 1779 il grande statista, conte Andreas Peter Bernstorff, ideò un piano ingegnoso per la giovane principessa. In realtà si trattava di qualcosa di piuttosto comune per bambini reali sospettati di non essere figli del padre nominale, bensì di una liaison illecita della madre: sposare un altro membro della casa reale. Dal momento che un eventuale figlio maschio di Luisa Augusta avrebbe potuto in un futuro ereditare il trono, sarebbe stato vantaggioso combinare velocemente un matrimonio e sposare la ragazza, che era per metà reale, all'interno della famiglia reale allargata, e precisamente con il Principe Ereditario di Augustenburg. Questo piano ebbe non solo il positivo effetto di legare ancora più strettamente i rapporti tra le due linee dinastiche reali danesi, cioè la Casa di Oldenburg e quella collaterale di Augusteburg, scoraggiando così la minaccia di una scissione del regno, ma impedì anche un matrimonio con la Casa reale di Svezia. Quest'ultimo pericolo, effettivamente, era piuttosto basso: i principi svedesi dell'epoca erano tutti circa vent'anni più vecchi di Luisa Augusta ed il suo primo cugino, il futuro Gustavo IV Adolfo, aveva sette anni meno di lei.

Gli accordi vincolanti vennero conclusi nel 1780 e nella primavera del 1785 il giovane duca Federico Cristiano II si recò a Copenaghen, dove venne annunciato il fidanzamento. Un anno dopo, il 27 maggio 1786, al castello di Christiansborg si celebrò il matrimonio.

Vissero al castello per alcuni anni, fino all'incendio del maniero nel 1794 e alla quasi contemporanea morte del padre di Federico Cristiano II. Il principe ereditò quindi le tenute ed il ducato di Augustenburg dal padre. Dopo il 1794 i Duchi trascorsero le estati sull'isola di Als e a Gråsten.

La coppia ebbe tre figli:

  • Carolina Amalia (Copenaghen, 28 settembre 1796 – Copenaghen, 9 marzo 1881), nel 1815 sposò il principe Cristiano Federico di Danimarca, il futuro Cristiano VIII, che in precedenza, nel 1814, si era proclamato re di Norvegia, poco prima della conquista svedese. Divenne quindi regina di Danimarca e morì senza figli nel 1881, col titolo di S.M. La Regina Madre di Danimarca.
  • Cristiano Augusto (Copenaghen, 19 luglio 1798Primkenau, 11 marzo 1869), divenne duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg. Per risultare maggiormente gradito a chi nutriva sentimenti filo-danesi nel 1820 venne sposato ad una parente, la contesa Luisa Sofia di Danneskjold-Samsoe (1797-1867), imparentata con i re di Danimarca ed appartenente ad un ramo bastardo della Casa di Oldeburg. Fu una figura centrale nella questione dello Schleswig-Holstein degli anni 1850 e 1860; a seguito della Prima Guerra dello Schleswig, Cristiano vendette i suoi diritti sul ducato di Schleswig-Holstein alla Danimarca in osservanza del Trattato di Londra, per tornare poi sui suoi passi in favore del figlio Federico Augusto. Cristiano era cognato del re Cristiano VIII e nipote di Federico VI. Fu padre, tra gli altri, di:
  • Federico Emilio Augusto, principe di Noer (Kiel, 23 agosto 1800Beirut, 2 luglio 1865); nel 1829 sposò la contessa Enrichetta di Danneskjold-Samsøe (1806-1858); fu padre di:

Col passare degli anni, si crearono dei conflitti tra Federico Cristiano II ed il fratello di Luisa Augusta, il re Federico VI, specialmente per quanto riguardava la relazione tra il doppio ducato di Schleswig-Holstein ed il suo piccolo appannaggio nei pressi di Sønderborg da una parte e la monarchia danese dall'altra. Sua moglie, ciononostante, rimase fedele alla causa della sua famiglia di nascita.

Nel 1810 suo fratello minore Carlo Augusto venne scelto dagli svedesi come loro nuovo principe della corona, per succedere a Carlo XIII; purtroppo Carlo Augusto morì durante la primavera e quindi Federico Cristiano tentò egli stesso di essere designato successore al trono svedese. Infine venne eletto Jean-Baptiste Jules Bernadotte, maresciallo di Francia e principe di Pontecorvo. Luisa Augusta si oppose fermamente alla questione svedese ed infatti operò attivamente per minare le opportunità del marito.

La loro relazione coniugale si sgretolò e Federico Cristiano cercò di limitare legalmente l'influenza della moglie sul futuro dei loro figli; egli morì il 14 giugno 1814 e venne succeduto dal figlio maggiore, Cristiano, allora sedicenne. La Duchessa Vedova prese quindi immediatamente il controllo della tenuta di Augustenborg e dell'educazione dei figli. Nel 1820 Cristiano ritornò da un lungo viaggio all'estero e prese per sé e per i suoi eredi la tenuta.

Titoli e trattamento[modifica | modifica wikitesto]

  • 28 settembre 1765 – 13 novembre 1794: Sua Altezza Serenissima Il Principe Ereditario di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg
  • 13 novembre 1794 – 14 giugno 1814: Sua Altezza Serenissima The Duke of Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Duca di Augustenburg Successore
Federico Cristiano I di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg dal 1794 al 1814 Cristiano di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg

Controllo di autorità VIAF: 61536394

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie