Federazione internazionale delle società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Federazione internazionale delle società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa riunisce tutte le società nazionali di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa. È un'organizzazione internazionale non governativa che ha il compito di ispirare, incoraggiare e sostenere l'azione umanitaria delle società che ne fanno parte. Il suo sostentamento è garantito dai contributi annuali delle singole società nazionali e da finanziamenti finalizzati a programmi di soccorso e sviluppo.

La Federazione e le società nazionali, attualmente 189, insieme al Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR), costituiscono un'associazione che può contare su 97 milioni di persone, tra membri e volontari.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine della prima guerra mondiale Henry P. Davidson, un dirigente della Croce Rossa Americana, propose in una conferenza di medicina internazionale da lui organizzata e svoltasi a Parigi il 5 giugno 1919, di utilizzare il potenziale della Croce Rossa, fino ad allora utilizzato esclusivamente nei conflitti, per attività umanitarie in ambito civile e in tempo di pace. Propose di federare le varie società nazionali in un istituto simile alla Società delle Nazioni che venne chiamato "Lega delle Società della Croce Rossa" al quale aderirono subito Italia, Francia, Giappone, Gran Bretagna e Stati Uniti. Tale istituto nel 1991 prese il nome di Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa.

Presidenti della Federazione[modifica | modifica wikitesto]

Compiti della Federazione[modifica | modifica wikitesto]

La Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa ha dei compiti ben precisi all'interno del sistema Croce Rossa. Questi sono:

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]