Federazione Italiana Nuoto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Federazione Italiana Nuoto
Logo Federazione Italiana Nuoto
Discipline Swimming pictogram.svg Nuoto
Water polo pictogram.svg Pallanuoto
Diving pictogram.svg Tuffi
Synchronized swimming pictogram.svg Nuoto sincronizzato
Fondazione 1899
Nazione Italia Italia
Confederazione Fédération Internationale de Natation
Ligue Européenne de Natation
Sede Italia Roma
Presidente Italia Paolo Barelli
Sito ufficiale http://www.federnuoto.it
 

La Federazione Italiana Nuoto, nota anche con l'acronimo FIN, è l'organo di governo, organizzazione e controllo del nuoto in Italia. Affiliata al CONI definisce i regolamenti agonistici per le discipline natatorie.

Scopi[modifica | modifica sorgente]

Come stabilito nel suo statuto la federazione ha lo scopo di organizzare, promuovere, disciplinare e diffondere le seguenti discipline acquatiche.

Gli sport[modifica | modifica sorgente]

Discipline correlate[modifica | modifica sorgente]

  • Nuoto masters
  • Nuoto amatoriale
  • Fitness in acqua

Storia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Nazionale di nuoto dell'Italia.

La Federazione Italiana Nuoto venne fondata nel 1899 a Como, ma l'adozione dello statuto e la strutturazione della stessa vennero definite il 23 maggio del 1900 a Roma. Originariamente si chiamava "Federazione Italiana di Nuoto Rari Nantes" in onore della Rari Nantes Roma, prima società di nuoto fondata in Italia, e a tutte le sue omonime sparse sul territorio nazionale (Torino, Milano, Genova, Firenze, Napoli...). In questo periodo la presidenza e la sede sociale variavano periodicamente e venivano assegnate a turno ad uno dei presidenti delle Rari Nantes locali. Nel 1928, in epoca fascista, la federazione prende il nome di FIN, e in questo periodo perse la caratteristica di libera associazione privata per passare, insieme al CONI, sotto il controllo dello stato. Nel 1981, in seguito ad una legge per la regolamentazione dell'attività sportiva, vi fu una riorganizzazione che toccò aspetti sia tecnici che istituzionali. Infine nel 2001 entrò in vigore l'attuale statuto, che rispecchia la nuova legge per il riordino del CONI approvata nel 1999, e la federazione riacquistò la sua caratteristica di libera associazione privata.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

  • Conferita il 11/10/2010:
Medaglia al merito di I classe della Protezione Civile - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia al merito di I classe della Protezione Civile
«Per la partecipazione all'evento sismico del 6 aprile 2009 in Abruzzo, in ragione dello straordinario contributo reso con l'impiego di risorse umane e strumentali per il superamento dell'emergenza.»
— D.P.C.M. 11 ottobre 2010

Affiliazioni[modifica | modifica sorgente]

La FIN è affiliata alla Fédération Internationale de Natation (FINA) della quale riconosce i regolamenti e le direttive, alla Ligue Européenne de Natation (LEN), alla Confederation Mediterranéenne de Natation (COMEN), alla Confederación Latina de Natación (COLAN). La federazione, attraverso la Sezione Salvamento è anche affiliata alla International Life Saving Federation (ILS) e alla International Life Saving Europe (ILSE).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]