Faysal al-Duwish

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fayṣal bin Sulṭān al-Duwīsh

Fayṣal bin Sulṭān al-Duwīsh, comunemente noto come Fayṣal al-Duwīsh (in arabo: فيصل بن سلطان بن الحميدي الدويش, Fayṣal b. Sulṭān b. al-Ḥumaydī al-Duwīsh; al-Ṣammān, 1882Riyad, 1931), è stato un condottiero saudita.

È stato un capo della tribù Muṭayr e uno dei leader degli Ikhwān, che aiutò Ibn Saʿūd nell'opera di unificazione della futura Arabia Saudita.

Al-Duwīsh comandò l'attacco dell'esercito saudita in Kuwait, a Ḥamḍ, il 16 maggio 1920. Più tardi, nel 1920, condusse un attacco degli Ikhwān in Kuwait, conquistando il villaggio di al-Jahrāʾ, ma fu costretto a ritirarsi a causa della reazione britannica.

Venne ferito nella battaglia di Sabilla del 1929, fuggì dall'Arabia ma poi dovette arrendersi ai britannici in Kuwait. Fayṣal venne graziato dal Re ʿAbd al-ʿAzīz ibn Saʿūd del Nejd e Hejaz (poi Arabia Saudita), ma venne in seguito incarcerato a Riyad, dove morì nel 1931 per un aneurisma.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • H. St John Philby, Saudi Arabia, Beirut, 1955
  • ʿUthmān b. ʿAbd Allāh Ibn Bishr, ʿUnwān al-majd fī taʾrīkh Najd (Il segno della gloria nella storia del Najd), Riyāḍ, s.d.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]