Fault

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nel documento ISO/CD 10303-226 viene definito un fault (difetto, avaria) come una condizione anormale o un difetto ad un elemento, all'attrezzatura oppure al sottosistema che possono condurre ad un guasto o fallimento del sistema stesso.

Secondi lo Standard Federale 1037C, il termine fault ha i seguenti significati:

  • Una fortuita circostanza che causa ad un'unità funzionale l'impossibilità di eseguire la funzione richiesta.
  • Un difetto che provoca un malfunzionamento rigenerabile o catastrofico. Un malfunzionamento è considerato rigenerabile se succede con consistenza sotto le stesse circostanze.
  • In un sistema ad alta tensione un involontario cortocircuito tra conduttori stimolati o tra un conduttore stimolato ed il suolo.

In elettronica i guasti possono essere causati da fault casuali o fault sistematici, mentre nel software i bug sono sempre sistematici.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Testi di carattere interdisciplinare[modifica | modifica sorgente]

  • S.B. Blanchard, Design and Manage to Life Cycle Cost, Forest Grove, Weber System, 1978.
  • S.B. Blanchard, Logistics Engineering and Management, 4ª ed., Englewood Cliffs, New Jersey, Prentice-Hall, Inc., 1992.
  • S.B. Blanchard, Maintainability: A Key to Effective Serviceability and Maintenance Management, New York, John Wiley & Sons Inc., 1995.
  • E. Cescon, M. Sartor, La Failure Mode and Effect Analysis (FMEA), Milano, Il Sole 24 ore, 2010, ISBN 9788863451306.
  • R. Denney, Succeeding with Use Cases: Working Smart to Deliver Quality, Addison-Wesley Professional Publishing, 2005.
  • C.E. Ebeling, An Introduction to Reliability and Maintainability Engineering, Boston, McGraw-Hill Companies, Inc., 1997.
  • K.C. Kapur, L.R. Lamberson, Reliability in Engineering Design, New York, John Wiley & Sons, 1977.
  • L. Leemis, Reliability: Probabilistic Models and Statistical Methods, Prentice-Hall, 1995, ISBN 0-13-720517-1.
  • P. D. T. O'Connor, Practical Reliability Engineering, 4ª ed., New York, John Wiley & Sons, 2002.
  • J.D. Patton, Maintanability and Maintenance Management, North Carolina, Instrument Society of America, Research Triangle Park, 1998.
  • M. Broccoletti, Gli strumenti della Qualità, http://www.lulu.com, 2013.

Testi specifici per il campo dell'edilizia[modifica | modifica sorgente]

  • AA. VV., La qualità edilizia nel tempo, Milano, Hoepli, 2003.
  • Bruno Daniotti, La durabilità in edilizia, Milano, Cusl, 2003.
  • Vittorio Manfron, Qualità e affidabilità in edilizia, Milano, Franco Angeli, 1995.
  • UNI, UNI 11156-1, Valutazione della durabilità dei componenti edilizi. Terminologia e definizione dei parametri di valutazione, 2006
  • UNI, UNI 11156-2, Valutazione della durabilità dei componenti edilizi. Metodo per la propensione all’affidabilità, 2006
  • UNI, UNI 11156-3, Valutazione della durabilità dei componenti edilizi. Metodo per la valutazione della durata (vita utile), 2006