Fattore terzo uomo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il fattore terzo uomo o sindrome del terzo uomo (o indicativamente all'ambito scientifico fenomeno switch) si riferisce a un particolare fenomeno psicologico nel quale, in caso di condizioni di estrema resistenza al limite della morte, il cervello può inviare segnali elettrici (detti switch) tali da poter far alludere alla presenza di una ulteriore entità, che sia fisica o immateriale, accanto alla persona stremata. Ciò detto è l'approccio scientifico a questa sensazione di aiuto "esterno" che avrebbero provato diverse persone in situazioni traumatiche, sebbene secondo taluni e diversi autori e giornalisti non si tratterebbe di un incastro mentale, bensì di una vera e propria presenza sovrannaturale (angelo custode).[1][2]

Tra le persone che hanno pubblicamente dichiarato d'esser stati soggette a questo fenomeno, ed esser state tratte in salvo in situazioni di pericolo o morte certa, si citano: l'alpinista Frank Smythe, gli esploratori polari Peter Hillary e Ann Bancroft, Ron Di Francesco (unico sopravvissuto dell'84esimo piano della Torre Sud del World Trade Center negli attentati dell'11 settembre 2001) e la microbiologa Stephanie Schwabe.[2]

Nel 2007 un gruppo di scienziati svizzeri provò a confermare una loro ipotesi, basandosi su una paziente epilettica di 22 anni. Stimolando elettricamente l'emisfero sinistro del suo cervello, gli impulsi provocati, ribattezzati switch, spingevano la giovane a credere che ci fosse qualcuno accanto a lei. Considerato ciò, la squadra diede quindi la propria opinione scientifica in merito la questione del "fattore terzo uomo", spiegando che «stress fisico e l'esaurimento della resistenza possono produrre lo switch».[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nancy J. White, Third man theory of otherworldly encounters, The Star, 30 gennaio 2009. URL consultato il 5 febbraio 2009.
  2. ^ a b c Sos, c'è un angelo per i momenti disperati?. Agenzia Spaziale Italiana, (ultimo accesso il 31-10-2010).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • John Geiger, II Fattore Terzo Uomo: storie vere di sopravvissuti in condizioni estreme, Toronto, Viking Canada, 2009, ISBN 0143017519.