Fatti di gente perbene

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fatti di gente perbene
Fatti di gente perbene.png
Giancarlo Giannini in una scena del film
Titolo originale Fatti di gente perbene
Paese di produzione Italia, Francia
Anno 1974
Durata 120 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Mauro Bolognini
Soggetto Sergio Bazzini
Sceneggiatura Sergio Bazzini
Produttore Luigi Scattini, Mario Ferrari
Casa di produzione Filmarpa, Lirafilm
Fotografia Ennio Guarnieri
Montaggio Nino Baragli
Musiche Ennio Morricone
Scenografia Guido Josia
Costumi Gabriella Pescucci
Trucco Nilo e Sandro Iacoponi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Fatti di gente perbene è un film del 1974 diretto da Mauro Bolognini, ispirato ad un celebre caso di cronaca dei primi del Novecento: il «delitto Murri», avvenuto a Bologna nell'agosto del 1902 (l'uccisione del conte Francesco Bonmartini per mano del cognato, l'avvocato Tullio Murri).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 settembre del 1902, in una casa patrizia di Bologna, fu trovato ucciso con tredici pugnalate il conte Francesco Bonmartini veneto e clericale. Il caso venne affidato al giudice Stanzani che si orientò verso un delitto per rapina, attribuito a Rosita Bonetti cameriera della contessa Linda Murri. Ma nove giorni dopo, il suocero Augusto Murri, medico di fama internazionale e libero pensatore, si presentava alla polizia e dichiarava che responsabile della morte era suo figlio Tullio, avvocato e consigliere comunale socialista che, a causa della sorella, aveva avuto un violento alterco con il cognato e alla fine era stato costretto a ucciderlo per legittima difesa. L'inquirente ordinava l'arresto oltre che della Bonetti del dott. Pio Naldi amico di Tullio del dott. Carlo Secchi amante di Linda Murri e della contessa. Tullio Murri si costituiva spontaneamente. Nel processo celebrato a Torino nel 1905 la pubblica accusa sosteneva l'omicidio premeditato compiuto da Tullio con la collaborazione degli altri e dietro istigazione della sorella.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Una delle fonti utilizzate per la ricostruzione dei fatti è stata il libro "Il delitto Murri" di Enzo Rossi Roiss.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema