Fastlane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fastlane
Fastlane.png
Immagine dalla sigla della serie televisiva
Titolo originale Fastlane
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2002-2003
Formato serie TV
Genere azione
Stagioni 1
Episodi 22
Durata 45 min (episodio)
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 4:3
Colore colore
Audio
Crediti
Regia McG
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Produttore McG
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 18 settembre 2002
Al 25 aprile 2003
Rete televisiva Fox
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 26 giugno 2005
Al 12 novembre 2005
Rete televisiva Rai 2
Premi

Fastlane è una serie televisiva statunitense prodotta dal 2002 al 2003. la serie è stata creata dal regista McG (già regista di Charlie's Angels e produttore di diversi episodi della serie The O.C.), ed è ispirata al film del 2001 Fast and Furious.

La serie è stata trasmessa in prima visione negli Stati Uniti da Fox, mentre in Italia è stata trasmessa da Rai 2.

Fastlane, girata in California tra Los Angeles, Santa Clarita e gli studi Burbank, si è conclusa dopo la prima stagione, a causa dei troppo elevati costi di produzione (solo per girare il 1º episodio sono stati spesi 4 milioni di dollari[1]).

Tra le guest star apparse nella serie: Tommy Lee, Mischa Barton, Naomi Campbell, George Hamilton, Limp Bizkit e Fred Durst.

Fastlane ha come sigla la canzone Speedway dei The Prodigy.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Billie Chambers, Van Ray e Bill Bellamay, giovani dai trascorsi criminali, fanno oggi parte di uno speciale dipartimento di polizia: sfruttano il loro passato per non destare sospetti, compiono le missioni più rischiose e preparano con grande maestria agguati per mafiosi, corrotti, spacciatori ed assassini. Oltre ad avere l'obbligo della copertura e quindi di non potersi rivelare per quello che sono veramente - che in più di un'occasione li metterà in crisi sentimentalmente - hanno l'onere morale della credibilità; girano quindi su auto e moto da corsa del valore di svariate migliaia di dollari (ad esempio Ferrari, Maserati e Porsche, anche se la loro passione rimane ancorata alle auto d'epoca usate nei film degli anni settanta e ottanta), e vestono i migliori abiti italiani firmati da grandi stilisti. La filosofia del dipartimento di cui fanno parte è quella di autofinanziarsi con i soldi e gli oggetti sequestrati ai criminali.

Censura della Rai[modifica | modifica sorgente]

Fastlane, durante la sua trasmissione italiana, è stata vittima della censura da parte di Rai 2. In un episodio, Billie (interpretata da Tiffani Thiessen), doveva catturare una presunta killer dall'orientamento omosessuale (interpretata da Jaime Pressly); per fare ciò e svolgere al meglio il lavoro, si finse lesbica, passando con la donna momenti di passione. La Rai, per non venire meno all'obbligo di rete pubblica, decise di togliere qualche bacio e qualche discorso del tutto innocente.

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Stagione Episodi Prima TV originale Prima TV Italia
Prima stagione 22 2002-2003 2005

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Fastlane ha vinto un Emmy Award 2003 per il miglior coordinamento degli stuntmen. L'attrice Tiffani Thiessen ha ottenuto una nomination ai Teen Choice Award come miglior attrice protagonista di una serie drammatica, per il ruolo interpretato.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fastlane in arrivo su Rai2, DGMag.it, 22 giugno 2005. URL consultato il 19 gennaio 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione