Faro di Capo Circeo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Faro di Capo Circeo
Faro di Capo Circeo
Stato Italia Italia
Località Circeo
Coordinate 41°13′20.78″N 13°04′07.51″E / 41.222439°N 13.068753°E41.222439; 13.068753
Mappa di localizzazione: Italia
Anno di attivazione 1866
Altezza 18 m
Elevazione 38 m s.l.m.
Portata 23 miglia nautiche
Tipo ottica rotante
Elenco fari 2258[1]
Segnale
1 lampo bianco ogni 5 secondi

Coordinate: 41°13′20.78″N 13°04′07.51″E / 41.222439°N 13.068753°E41.222439; 13.068753

Il faro di Capo Circeo è situato nel promontorio del Circeo circa 3 km a ovest di San Felice Circeo.

Il faro è attivo dal 1866, e fu costruito sotto il pontificato del Papa Pio IX.

Il faro è composto di un fabbricato bianco abitato dal farista con adiacente alla Torre Faro alta 18 metri.

Il faro è dotato di un'ottica rotante che emette lampi di luce bianca con periodo di 5 secondi. L'altezza del piano focale sul livello del mare è di circa 38 metri. Il faro ha una portata nominale di 23 miglia marine, ed una portata geografica di 17 miglia. Il faro è visibile tra 263° e 107°, e risulta pertanto oscurato per settore di 204° in quanto il lato a nord è coperto dal Monte Circeo.

Il faro fa capo al Comando di Zona Fari della Marina Militare con sede a Napoli (che si occupa di tutti i fari del Tirreno meridionale), Reggenza del Circeo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elenco dei Fari e Segnali da Nebbia, Istituto idrografico della Marina.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]