Farfalle e falene endemiche dell'Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le farfalle e falene endemiche dell'Italia, in senso stretto, comprendono quasi 200 specie; a queste si possono aggiungere circa un centinaio di specie il cui areale si estende ad alcune porzioni dei paesi confinanti. Alle specie endemiche si aggiungono infine oltre 200 sottospecie (una settantina delle quali relative al solo genere Zygaena), per un totale di più di 500 taxa. Nell'elenco non vengono prese in considerazione la maggior parte delle numerose forme geografiche descritte per le farfalle diurne (non essendoci accordo nell'attribuire ad esse lo status di sottospecie) e neppure gli endemismi alpini che risultano ampiamente distribuiti anche nel versante settentrionale delle Alpi.

Più della metà di questi taxa sono endemici della regione sardo-corsa (con areale talvolta esteso all'Arcipelago Toscano o più raramente alla Toscana continentale) oppure dell'Appennino (soprattutto centrale e meridionale, con eventuale estensione dell'areale alla Sicilia o alle Alpi liguri e Marittime). Un numero minore di taxa risulta endemico di settori limitati delle Alpi (oltre il 20%) o della Sicilia (poco più del 10%, talvolta con areale esteso anche alla Calabria). Poche le specie o le sottospecie endemiche della Pianura Padano-Veneta (soprattutto nordorientale) o di gran parte dell'Italia.

Delle 30 specie italiane della famiglia Micropterigidae, (microlepidotteri primitivi appartenenti al sottordine Zeugloptera), 16 sono endemiche. L'unica specie europea della famiglia Brahmaeidae è endemica dell'Italia meridionale.

Indice

Lista delle specie e sottospecie di Lepidotteri endemiche dell'Italia[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Micropterigidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Hepialidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Nepticulidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Adelidae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Nematopogoninae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Tineidae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Tineinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Meessiinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Nemapogoninae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Eriocottidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Psychidae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Naryciinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Taleporiinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Epichnopteryginae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Oiketicinae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Bucculatricidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Gracillariidae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Gracillariinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Lithocolletinae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Yponomeutidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Glyphipterygidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Lyonetiidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Depressariidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Elachistidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Scythrididae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Oecophoridae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Coleophoridae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Autostichidae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Symmocinae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Amphisbatidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Cosmopterigidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Gelechiidae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Gelechiinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Dichomeridinae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Heterogynidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Zygaenidae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Procridinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Zygaeninae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Brachodidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Sesiidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Cossidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Tortricidae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Tortricinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Chlidanotinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Olethreutinae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Alucitidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Pterophoridae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Thyrididae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Pyralidae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Pyralinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Phycitinae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Crambidae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Scopariinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Crambinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Pyraustinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Spilomelinae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Lasiocampidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Brahmaeidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Sphingidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Hesperiidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Papilionidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Pieridae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Lycaenidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Nymphalidae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Heliconiinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Nymphalinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Satyrinae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Drepanidae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Thyatirinae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Geometridae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Ennominae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Geometrinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Larentiinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Sterrhinae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Notodontidae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Noctuidae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Plusiinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Cuculliinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Oncocnemidinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Psaphidinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Xyleninae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Hadeninae[modifica | modifica wikitesto]

  • Perigrapha (Perigrapha) i-cinctum gepida Hreblay, 1996 (Endemica della Francia sudorientale e del Piemonte)

Sottofamiglia Noctuinae[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Erebidae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Arctiinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Boletobiinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Herminiinae[modifica | modifica wikitesto]

Sottofamiglia Lymantriinae[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA. VV., 1990-2005 – Noctuidae Europaeae. Vol. 1-3 (Noctuinae), 4-5 (Hadeninae), 6-7 (Cuculliinae), 8 (Apameini), 10 (Catocalinae & Plusiinae). Entomological Press, Sorø.
  • Amsel H. G., František G. & Reisser H. (ed.), 1965-1973 – Microlepidoptera paleartica, Bd. 1 (Crambinae), 4 (Trifine Acrobasiina). Georg Fromm & Co., Wien.
  • Amsel H. G., František G., Reisser H. & Roesler R.-H. (ed.), 1993 – Microlepidoptera paleartica, Bd. 8 (Quadrifine Acrobasiina 1). Verlag G. Braun GmbH, Karlsruhe.
  • Baldizzone G., 2005 - I Microlepidotteri del Parco Naturale Alpi Marittime (Italia, Piemonte). Boll. Mus. reg. Sci. nat. Torino, 22 (1) (2004): 1-318.
  • Berio E., 1991 – Fauna d'Italia Vol. XXVII Noctuidae II.. Sezione Quadrifide. Edizioni Calderini Bologna.
  • Bertaccini E., 2002 - Prima segnalazione in Piemonte di Agrodiaetus ripartii (Freyer, 1831) e descrizione di A. ripartii susae ssp. nova (Insecta Lepidoptera Lycaenidae) - Quaderno di Studi e Notizie di Storia Naturale della Romagna, 17 suppl.: 127-138, 22 figg.
  • Bertaccini E. & Fiumi G., 1999 - Bombici & Sfingi d'Italia (Lepidoptera Heterocera). Volume III (Zygaenidae). Giuliano Russo Editore, Bologna.
  • Bertaccini E. & Fiumi G., 2002 - Bombici & Sfingi d'Italia (Lepidoptera Heterocera). Volume IV (Sesioidea). Società per gli Studi Naturalistici della Romagna.
  • Bertaccini E., Fiumi G. & Provera P., 1995-1997 – Bombici & Sfingi d'Italia (Lepidoptera Heterocera) Volumi I e II. Natura - Giuliano Russo Editore, Bologna.
  • Cupedo F., 1997 – Die geographische Variabilität und der taxonomische Status der Erebia manto bubastis-Gruppe nebst Beschreibung einer neuen Unterart (Nymphalidae: Satyrinae). Nota lepid., 20: 3-22.
  • Cupedo F., 2000 – Die geographische Variabilität von Erebia flavofasciata, nebst Beschreibung einer neuen Unterart (Nymphalidae: Satyrinae). Nota lepid., 23: 173-174.
  • Cupedo F., 2004 – Geographische Variabilität und spätglaziale Einwanderungsweg von Erebia pluto (de Prunner, 1798) in der Ortlergruppe und den Ötztaler Alpen (Nymphalidae). Nota lepid., 26: 137-152.
  • Cupedo F., 2007 – Geographical variation and Pleistocene history of the Erebia pandrose - sthennyo complex (Nymphalidae; Satyrinae). Nota lepid., 30: 329-353.
  • Dapporto L., Speciation in Mediterranean refugia and post-glacial expansion of Zerynthia polyxena (Lepidotera, Papilionidae). J. Zool. Syst. Evol. Res., in press. doi: 10.1111/j.1439-0469.2009.00550.x
  • De Prins W. (coord.) - Fauna Europaea. Butterflies. http://www.faunaeur.org/index.php (visitato 14/12/2007)
  • Flamigni C., Fiumi G. & Parenzan P., 2007 - Lepidotteri Eteroceri d'Italia: Geometridae Ennominae I. Natura edizioni scientifiche, Bologna, 384 pp. 16 tavv. a colori. ISBN 978-88-89327-03-6
  • Freina de J. & Nardelli U., 2007 – Revision des Arctia villica-Komplexes – 1. Teil. Entomologische Zeitschrift, 117: 105-124.
  • Goater B., Nuss M. & Speidel W., 2005 – Microlepidoptera of Europe. Volume 4. Pyraloidea I. Apollo Books, Stenstrup, 304 pp.
  • Hausmann A. (ed.), 2001-2003 - The Geometrid Moths of Europe, vol. 1 (Introduction; Archiearinae, Orthostixinae, Desmobathrinae, Alsophilinae, Geometrinae), 2 (Sterrhinae), 4 (Larentiinae II: Perizomini and Eupitheciini). Apollo Books, Stenstrup.
  • Higgins L.G. & Riley D.R., 1971 – Guide des papillons d'Europe. Delachaux et Niesté, Neuchâtel, 415 pp.
  • Huemer P. & Morandini C., 2006 – Wetland habitats in Friuli-Venezia Giulia: relict areas of biodiversity for Lepidoptera. Gortania, Atti Museo Friulano di Storia Naturale, 27 (2005): 137-226
  • Karsholt O. & van Nieukerken E. J.(coord.) - Fauna Europaea. Moths. http://www.faunaeur.org/index.php (visitato 14/12/2007)
  • Karsholt O. & Razowski J., 1996 - The Lepidoptera of Europe. A Distributional Checklist. Apollo Books Ed., Stenstrup, 380 pp.
  • Kurz M., Kurz M. & Zeller-Lukashort C., 1997 – A new Micropterix species from northern Italy (Micropterigidae). Nota lepid., 20: 293-298.
  • Laštuvka A. & Laštuvka Z., 2005 - Four new Trifurcula species and additional faunal data on Nepticulidae from Italy (Lepidoptera: Nepticulidae). Acta Universitatis Agriculturae et Silviculturae Mendelianae Brunensis, 53 (1): 7-14.
  • Minelli A., Ruffo S. & La Posta S. (eds.), 1995 - Checklist delle specie della fauna italiana, 80-91 (Lepidoptera). Calderini, Bologna.
  • Nuss M., 2003-2006 - GlobIZ, Global Information System of Pyraloidea (Insecta: Lepidoptera). http://globiz.sachsen.de/BioDiv/GlobIZ/globiz_start/index_start.html
  • Parenzan P. & Porcelli F., 2006 - I Macrolepidotteri italiani. Fauna Lepidopterorum Italiae. Phytophaga, XV (2005-2006): 5-391 + allegato in.pdf 1-1051.
  • Razowski J., 2002 – Tortricidae of Europe. Vol. 1 (Tortricinae and Chlidanotinae). František Slamka, Bratislava.
  • Sutter R., 2007 – Neue Arten der Gattung Oegoconia (Autostichidae). Nota lepid., 30: 189-201.
  • Villa R. & Pellecchia M. - Farfalle d'Italia e... dell'Emilia-Romagna. http://www.ibc.regione.emilia-romagna.it/farnet/ (visitato 20/11/2007)
  • Zeller-Lukashort H.C., Kurz M.E., Lees D.C. & Kurz M.A, 2007 – A review of Micropterix Hübner, 1825 from northern and central Europe (Micropterigidae). Nota lepid., 30: 235-298.
  • Zilli A. & Grassi A., 2006 – When disrupted characters between species link: a new species of Conistra from Sicily (Noctuidae). Nota lepid., 29: 95-111.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi