Fantaghirò 2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fantaghirò 2
Fantaghirò 2.png
La strega nera, l'antagonista principale
Paese Italia
Anno 1992
Formato miniserie TV
Genere fantastico, fantasy, romantico
Durata 200 min
Lingua originale
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio
Colore colore
Audio stereo
Crediti
Regia Lamberto Bava
Soggetto Gianni Romoli
Sceneggiatura Gianni Romoli
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Fotografia Gianlorenzo Battaglia
Montaggio Piero Bozza
Musiche Amedeo Minghi
Scenografia Pierluigi Basile
Costumi Marisa D'Andrea
Produttore Lamberto Bava, Andrea Piazzesi
Casa di produzione Silvio Berlusconi Communications & Reteitalia
Prima visione
Prima TV Italia
Dal 20 dicembre 1992
Al 22 dicembre 1992
Rete televisiva Canale 5
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 20 dicembre 1992
Al 22 dicembre 1992
Rete televisiva Canale 5

Fantaghirò 2 è una miniserie televisiva di genere fantastico del 1992 diretta da Lamberto Bava. È la seconda miniserie che fa parte del franchise di Fantaghirò. È stato trasmesso per la prima volta da Canale 5 in due parti da 100 minuti ciascuna, il 20 e il 22 dicembre 1992. Per molti anni, l'intera saga è stata replicata durante il periodo natalizio.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Fantaghirò e Romualdo stanno per sposarsi, ma la perversa Strega Nera complotta di distruggere il loro amore. Infatti rapisce il padre di Fantaghirò e lo tiene in ostaggio. Quando la notizia giunge al regno Fantaghirò e Romualdo si stanno scambiando i voti nuziali: la coppia decide di rimandare il matrimonio, Romualdo con il suo esercito va a cercare il padre di Fantaghirò.

Nella foresta incontrano la Regina degli Elfi, che li obbliga a sottostare a una serie di prove per assicurarsi che le loro intenzioni sono pure. Romualdo supera le prove e l'esercito continua la sua marcia. Ai confini del Regno Oscuro montano un accampamento, prima dell'attacco al castello, il giorno seguente. Mentre riposano la Strega Nera assume le sembianze di Fantaghirò e va da loro; bacia Romualdo e lui sviene.

Intanto la vera Fantaghirò ha deciso di recarsi segretamente al Regno Oscuro da sola. Si taglia i capelli e si avvia con il suo cavallo sprovvista però della sua spada, a causa del giuramento fatto da lei stessa e sigillato con la magia, che la obbliga a non riprendere in mano un'arma per il resto della sua vita. Incontra dei banditi ma riesce a fuggire. Arriva quindi all'accampamento di Romualdo, che è abbandonato. Entra nel castello e capisce che Romualdo e il suo esercito sono stati catturati e imprigionati. Quindi negozia con il Re, l'uomo della Strega Nera, di avere un singolo duello col campione del regno. Il re acconsente.

Nel frattempo la Strega, baciando Romualdo, aveva cancellato Fantaghirò dalla memoria del ragazzo, facendolo innamorare di sé stessa. Quando Fantaghirò si prepara per il duello, si trova spiazzata quando scopre che dovrà combattere contro Romualdo stesso, che non la riconosce.

Durante il duello, i due adulatori-apprendisti della strega, Fulmine e Saetta, si ribellano alla loro padrona. Saetta le fa bere una pozione soporifera e va a liberare gli uomini di Romualdo. Cataldo e Ivaldo fermano Romualdo prima che uccida Fantaghirò. Tutti insieme ritornano al loro castello prendendo come ostaggio il Re Nero, che si scoprirà essere il padre di Fantaghirò, sottomesso dalla strega per mezzo dei suoi poteri ipnotici.

Tuttavia, mentre stanno per tornare nel loro regno, la Strega Nera attrae a sé Romualdo, ancora sotto il suo controllo, e costringe Fantaghirò a tornare indietro. Ne seguirà uno scontro tra le due, durante il quale la malvagia strega verrà provocata a trasformarsi in qualcosa di puro e delicato, come un cristallo. La Strega Nera accetta la sfida, ma così facendo permette alla nostra eroina di distruggerla in mille pezzi con la spada.

Intanto Romualdo, tornato nel Reame con Fantaghirò, non ricorda più nulla, compreso l'amore della sua vita, e decide di andarsene. Fantaghirò, dopo l'iniziale disperazione, decide di far rivivere al bel principe la giornata, vissuta nel primo episodio della serie, in cui si sono incontrati e innamorati, sperando di far tornare in questo modo la memoria di Romualdo. Anche grazie all'aiuto della Strega Bianca, Romualdo ricomincia ad avere dei ricordi, ma così facendo, torna in vita la Strega Nera che trasforma Fantaghirò in un rospo. La Strega Bianca usa Fulmine una volta che questi si è trasformato in freccia, per battere la Strega Nera. Lei esplode, Romualdo bacia Fantaghirò, che torna ad avere le sue sembianze... e i due si ricongiungono.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]