Fantaghirò (saga)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Fantaghirò è una saga di cinque miniserie televisive di genere fantastico più tre film di montaggio andati in onda a cadenza annuale (escluso un anno) tra il 1991 e il 1996. Venne prodotta da Reteitalia, per la regia di Lamberto Bava. Le musiche della saga furono scritte da Amedeo Minghi. La trama si svolge in un tipico ambiente fantastico, tra principesse, streghe, maghi e creature leggendarie. I principali interpreti sono Alessandra Martines e Kim Rossi Stuart.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Fantaghirò.

Fantaghirò è la più giovane delle figlie del re al quale causa molti problemi perché vorrebbe combattere. Il re nemico, Romualdo, invita l'altro re a finire la guerra che va avanti da secoli tra i due regni, mediante un singolo duello. Ma soltanto una delle sue figlie potrà prestarsi al duello: sarà proprio Fantaghirò.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Fantaghirò 2.

Fantaghirò e Romualdo stanno per sposarsi, ma il tutto viene interrotto quando la Strega Nera rapisce il padre di Fantaghirò. La Strega ordina che Fantaghirò e Romualdo stiano alle sue regole, ma quest'ultimo non obbedisce e dichiara guerra. Quindi parte per la guerra lasciandosi a casa Fantaghirò che ha giurato di non riprendere in mano un'arma per il resto della sua vita. Fantaghirò però rompe la promessa, scoprendo che il piano della Strega Nera è molto più sinistro.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Fantaghirò 3.

A Tarabas, il più crudele e potente dei maghi, viene profetizzato che il suo potere sarà sconfitto dall'innocenza di un figlio di Re. Ossessionato dall'idea, ordina di rapire tutti i bambini di discendenza reale di tutto il mondo. Quando i figli delle sorelle di Fantaghirò diventano anche loro obiettivi dei rapitori, lei e Romualdo li proteggono. Accidentalmente, durante la lotta, Romualdo cade in un fiume maledetto e si trasforma in pietra. Fantaghirò capisce quindi che dovrà trovare Tarabas se vuole riportare in vita l'amato.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Fantaghirò 4.

Una nube nera attraversa tutti i regni della Terra, distruggendo ogni cosa e sradicando interi castelli dal suolo. Perso il suo palazzo e tutti i suoi cari, Fantaghirò si allea col giovane principe Parsel per cercare l'origine di quel maleficio. Il suo viaggio la porta nel lontano Oriente, nel regno di Tohor, dove reincontra lo stregone Tarabas, il nemico di un tempo convertito al bene dall'amore per la bella amazzone.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Fantaghirò 5.

Fantaghirò viene catturata dalla sua eterna nemica, la Strega Nera, che vuole decapitarla per recuperare i suoi malefici poteri ed opporsi così all'orco Senzanome, un crudele pirata che viaggia da un mondo all'altro col suo galeone volante, cercando di conquistarli tutti e nutrendosi di bambini. Poco prima dell'esecuzione, Fantaghirò viene provvidenzialmente salvata dalla Pianta dei Desideri e trasferita nel Regno dell'Altrove, un mondo in cui non esistono né la violenza né le armi, ma che è appena stato attaccato proprio da Senzanome.

Produzione e successo[modifica | modifica sorgente]

  • Inizialmente, il progetto doveva constare di una sola miniserie, ma dato l'enorme successo, proseguì per altre quattro. Fu inoltre prodotto anche un film per la TV intitolato La meravigliosa storia di Fantaghirò, ovvero un film ri-montato, creato dal materiale proveniente dalle prime tre miniserie, unite tra loro. L'intera saga venne trasmessa in seguito anche come singoli film TV.
  • Fantaghirò ebbe un notevole successo anche all'estero; nei paesi anglosassoni fu distribuita col titolo The Cave of the Golden Rose, mentre in Germania divenne Prinzessin Fantaghirò. Fu infatti ridoppiata in tedesco, inglese e francese.
  • Il finale del quinto ed ultimo capitolo della serie è "aperto" e non rappresenta una vera conclusione della saga. I produttori speravano infatti in un ulteriore prosieguo della serie, che avrebbe dovuto comprendere anche un sesto e settimo capitolo; questi due film non furono mai realizzati per via del vistoso calo di ascolti registrato durante la messa in onda di Fantaghirò 5 nel Natale del 1996.
  • Il progetto di un sequel, che si sarebbe dovuto intitolare Il ritorno di Fantaghirò, fu presentato nuovamente a Mediaset da Lamberto Bava e Gianni Romoli nel 2007 a Milano, in seguito alle continue pressioni dei fans della serie, rimasti delusi dalla fine del quinto episodio. Per il progetto avevano dato la disponibilità Alessandra Martines, Brigitte Nielsen nel ruolo della Strega Nera e Nicholas Rogers, che aveva interpretato il personaggio di Tarabas nella terza e quarta parte della saga. Ma il progetto non è mai andato in porto causa difficoltà co-produttive e dai costi troppo alti per la sua realizzazione.
  • Nel periodo delle festività natalizie del 2011, dal 22 dicembre al 30 gennaio (a 20 anni esatti dalla prima messa in onda), la saga è tornata in replica tutte le mattine alle 7:00 su Italia 1, riedita sotto forma di telefilm, in 40 episodi della durata di 20 minuti. La nuova sigla di testa, Crederò, è interpretata da Amedeo Minghi e Arianna Bergamaschi ed è inclusa nel cd Il fantastico mondo di Fantaghirò, distribuito da Edel, che contiene, oltre all'inedito, i temi più significativi della celebre saga.

Home video[modifica | modifica sorgente]

Sono disponibili tutti gli episodi in formato DVD con esclusivi contenuti extra, su distribuzione Medusa Video. Sono inoltre disponibili, anche se difficilmente reperibili, cinque diversi cofanetti di VHS in formato gigante, uno per ogni film, contenente ognuno due videocassette.

Soundtrack[modifica | modifica sorgente]

La colonna sonora dei vari Fantaghirò è uscita raccolta in tre cd:

  • Fantaghirò [2006]
  • Il fantastico mondo di Amedeo Minghi [2006]
  • Il fantastico mondo di Fantaghirò [2012]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]