Fanny Anitúa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Fanny Anitùa (Durango, 28 gennaio 1887Città del Messico, 4 aprile 1969) è stata un contralto messicana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò inizialmente canto nella sua città natale, per poi trasferirsi a Città del Messico, perfezionandosi poi a Roma.

Debuttò al Teatro Nazionale di Roma nel 1910 interpretando Orfeo dell'omonima opera di Christoph Willibald Gluck. Cantò spesso al Teatro alla Scala di Milano, e si ricordano Erda nel Sigfrido wagneriano (stagione 1910-11), Etra nella prima esecuzione della Fedra di Ildebrando Pizzetti (stagione 1914-15), Konciakovna ne Il principe Igor di Aleksandr Porfir'evič Borodin (stagione 1915-16), e inoltre l'Orfeo ed Euridice di Gluck, Il trovatore e Un ballo in maschera di Giuseppe Verdi (stagioni 1923-26).

Cantò presso altri teatri italiani quali il Rossini di Pesaro e il Regio di Parma ne Il barbiere di Siviglia (1916) e La Cenerentola (1920), e molto spesso nei teatri sudamericani, tra cui il Colón di Buenos Aires, in particolare come Olga nell'Eugenio Onieghin di Pëtr Il'ič Čajkovskij (1911) e come Amneris nell'Aida di Verdi (1939)[1].

Viene considerata uno degli ultimi autentici contralti della storia del canto con note gravi, ampie e profonde, con una voce sonora e di notevole estensione e con una tecnica solida, grazie alla quale poté approcciarsi alla vocalizzazione rossiniana.

Svolse un'attività discografica ridotta, di cui si conservano un'edizione completa della Carmen e alcuni brani d'opera per l'etichetta Columbia[2].

Repertorio[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Collana "Opere Liriche" in LP, Longanesi, libretto interno del n°4
  2. ^ Review | g artists and accompaniments. HMV G;) RL5743 (thirteen records, nas, L65.00). Booklet included. A copy of Michael Scott's book The Record of Singing, Volume 2 publish...

Controllo di autorità VIAF: 41051500