Fan the Flame (Part 1)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fan the Flame (Part 1)
Artista Dead or Alive
Tipo album Studio
Pubblicazione 1990
Durata 51 min : 31 s
Dischi 1
Tracce 8
Genere Dance
Hi-NRG
Ballata
Pop
Etichetta Epic / Sony
Produttore Dead or Alive (produzione)
Tim Weidner
(co-produzione)
Arrangiamenti Dead or Alive
Registrazione 1989;
Sarm West,
Basing Studios,
Londra
(registrazione);
Mayfair Studios
(editing digitale)
Note 4 singoli estratti: "Your Sweetness Is Your Weakness"; "Unhappy Birthday"; e il doppio lato A "Gone 2 Long" / "Total Stranger";

l'album è uscito solo in Giappone, dove i singoli sono stati tutti Numeri 1;

l'album è il primo della band ad essere stato prodotto dagli stessi Dead or Alive, con la co-produzione di Tim Weidner;

il disco contiene l'unica ballata mai realizzata dal gruppo, "Blue Christmas", composizione originale, da non confondere con l'omonimo brano di Elvis Presley;

tranne la suddetta ballata, che chiude il disco e non arriva a 4 minuti, le tracce sono tutte lunghe, di durata compresa tra poco meno di 6 minuti e poco più di 8.
Dead or Alive - cronologia
Album precedente
(1989)
Album successivo
(1995)

Fan the Flame (Part 1) è il quinto album di studio della band britannica dei Dead or Alive, pubblicato nel 1990 su etichetta Epic Records, e distribuito dalla major Sony Music soltanto in Giappone. Tale decisione fu decretata in quanto l'album precedente del gruppo, Nude, era stato un clamoroso successo commerciale nell'arcipelago nipponico, dove la critica l'aveva decretato Miglior Album dell'intera annata 1989. Ancora oggi Fan the Flame (Part 1) è disponibile soltanto come prodotto d'importazione giapponese.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Il lavoro rappresenta un leggero mutamento di stile per i Dead or Alive, meglio conosciuti per i loro brani Hi-NRG e disco, per i ritmi upbeat, e per i contenuti letterari aggressivi e sessualmente spinti, al limite della decenza e spesso censurati. Fan the Flame contiene otto tracce, per lo più mid-tempo, e maggiormente orientati verso il genere dance. Anche i testi subiscono una variazione, divenendo tristi e malinconici.

Il primo singolo estratto dall'album è Your Sweetness Is Your Weakness; come l'album stesso, anche i singoli vengono pubblicati solo su mercato giapponese. Il videoclip di Your Sweetness Is Your Weakness presenta un Pete Burns quasi completamente vestito da donna, con un make-up molto pesante (il viso completamente truccato da donna, movenze femminili e unghie laccate finte, ricurve e lunghissime). Il video, piuttosto azzardato, è una chiara seppur moderata anticipazione del look estremo che Burns avrebbe adottato negli anni avvenire, look che ancora oggi lo caratterizza.

Il secondo singolo tratto dal disco è Unhappy Birthday: in questo brano i Dead or Alive si avvalsero della partecipazione del gruppo vocale pop britannico dei Londonbeat, ai cori maschili. I cori femminili, sia di Unhappy Birtday che dell'intero album, furono affidati alla potente voce della corista Tracy Ackerman, particolarmente apprezzata da pubblico e critica per il perfetto mix fra il suo timbro vocale e quello di Burns. A giudizio della critica, l'unione fu pressoché perfetta in quanto "era difficile affiancare un profilo vocale che si sposasse con il profilo vocale di Burns. I due hanno dato vita ad un riuscito, a tratti suggestivo, impasto sonoro, in particolare nelle tracce meno tirate". Durante la promozione di Fan the Flame i Dead or Alive eseguirono delle lente performance dal vivo. Questa rappresenta un'altra particolarità di Fan the Flame, non solo per l'elemento acustico utilizzato ma anche per il fatto che, notoriamente, Burns si è sempre rifiutato di cantare dal vivo.

A questo proposito è possibile vedere, ma specialmente ascoltare, in rete una emozionante esibizione dei due in un medley acustico senza precedenti in cui vengono fuse insieme Gone 2 Long e Total Stranger; le due canzoni furono pubblicate come terzo e quarto singolo (il cosiddetto «doppio lato A»).

Il disco Fan the Flame si caratterizza per un'altra esclusiva: la presenza di Blue Christmas, una ballata semi-natalizia ma solo per l'ambientazione della storia narrata nonché per il titolo stesso.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Tutti i brani sono stati scritti dal trio Burns/Coy/Oxendale.

  1. Your Sweetness (Is Your Weakness) - 5:49
  2. Unhappy Birthday - 6:46
  3. Gone 2 Long - 5:45
  4. Total Stranger - 7:04
  5. Lucky Day - 7:55
  6. What Have U Done (2 Make Me Change) - 6:15
  7. And Then I Met U - 8:02
  8. Blue Christmas - 3:55

La mancata pubblicazione di Fan the Flame (Part 2)[modifica | modifica sorgente]

Fan the Flame (Part 2) fu registrato ma non venne mai realizzato ufficialmente. Sin dalla pubblicazione di Fan the Flame (Part 1) il pubblico si aspettava la seconda parte e pertanto ogni pubblicazione dei Dead or Alive, anche la più rara e introvabile, veniva spesso confusa con la seconda parte. Questo è il caso dell'album acustico Love Pete, album live pubblicato nel 1992 durante qualche rara performance americana del tour. L'etichetta discografica, erroneamente, lo intitolò Fan the Flame (Part 2): The Acoustic Sessions.[1][2][3][4] Nella sua biografia del 2006 Burns criticò fortemente la distribuzione illegale del disco e criticò anche quei fan che continuavano a comprare il disco.[5]

Credits[modifica | modifica sorgente]

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Musicisti[modifica | modifica sorgente]

  • Tracy Ackerman: cori femminili
  • Londonbeat: cori maschili traccia 4
  • The London Community Gospel Choir: cori gospel traccia 2

Produzione[modifica | modifica sorgente]

  • Dead or Alive: produzione
  • Tim Weidner: co-produzione
  • Mickey Mulligan: tecnico del suono supplementare
  • Andy "The Amazing Candini" Baker, Colin "Ninja" Glanville: assistenti tecnico del suono al Sarm West
  • Lola Weidner, Jezebel The Ninja Dog et al.: collaboratori speciali al Sarm West
  • Avril Mackintosh: editing digitale, presso i Mayfair Studios

Staff[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dead Or Alive – Fan The Flame (Part II) "Love Pete" (The Acoustic Session), Discogs. URL consultato il 9 ottobre 2011.
  2. ^ Images for Dead Or Alive - Fan The Flame (Part II) "Love Pete" (The Acoustic Session), Discogs. URL consultato il 9 ottobre 2011.
  3. ^ Career Timeline in The Right Stuff - The Official Dead Or Alive Web Site, deadoralive.net. URL consultato il 9 ottobre 2011.
  4. ^ Bootlegs in Dead or Alive Discography, katch.ne.jp. URL consultato il 9 ottobre 2011.
  5. ^ Pete Burns e Ian Cranna, Freak unique : my autobiography, London, John Blake, 2007, pp. 129-130, ISBN 978-1-84454-438-7.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Amazon.com: dettagli prodotto, track listing e numerosissime recensioni di Fan the Flame (Part 1).
  • Discogs: dettagli prodotto, track listing e link diretto al co-produttore Tim Weidner, con bio-discografia dettagliatissima di quest'ultimo, di cui vengono elencate produzioni, collaborazioni, remix e quant'altro.