Famiglia de Roquefeuil

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Obolo dei Roquefeuil, battuto nella zecca di Sommières nel 1226.

La famiglia de Roquefeuil è una schiatta di antichissima e nobilissima discendenza della Linguadoca, le cui gloriose tradizioni cavalleresche risalgono al X secolo. La famiglia, che fa ora parte della Association d'entraide de la noblesse française, può vantare l'aver dato alla Francia illustri personaggi: condottieri, ammiragli e amministratori.

La storia della famiglia de Roquefeuil segue quella di suoi due antichi rami che hanno avuto uno sviluppo considerevole:

  • il ramo legittimo dei Roquefeuil che, dopo una sostituzione in linea femminile, è sopravvissuto fino ai nostri giorni con il nome di Roquefeuil-Blanquefort.
  • il ramo legittimato dei Roquefeuil-Versols, estintosi in linea legittima, ma ancora esistente per una discendenza naturale risalente alla fine del XVII secolo e che non ha acquisito il titolo nobiliare.

Fu un anonimo letterato provenzale gravitante nella corte di un barone de Roquefeuil, membro della discendenza, che prese vita, poco dopo la metà del XIII secolo, la singolare forma poetica del Roman de Flamenca.[1]

Monetazione[modifica | modifica sorgente]

I signori de Roquefeuil battevano moneta nella zecca di Sommières intorno al 1226[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (FR) Voce «FLAMENCA» dalla Encyclopædia Universalis.
  2. ^ M. Poey d'Avant, Monnaies féodales françaises, Tome II, Pages 297 et 298

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]