Falco severus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lodolaio orientale
Falco severus -zoo -immature-8a.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Falconiformes
Famiglia Falconidae
Genere Falco
Specie F. severus
Nomenclatura binomiale
Falco severus
Horsfield, 1821
Sottospecie
  • F. s. severus Horsfield, 1821
  • F. s. papuanus Meyer e Wiglesworth, 1893

Il lodolaio orientale (Falco severus Smith, 1830) è un uccello falconiforme della famiglia dei Falconidi.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie di falco è lunga 27–30 cm. Gli esemplari adulti sono ricoperti da un piumaggio color grigio-bluastro sul dorso e castano sul ventre e hanno una sorta di cappuccio nero e la gola chiara. I giovani presentano striature nere sul petto rossiccio ed hanno il dorso chiazzato.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

L'areale di questa specie si estende dalla Cina meridionale e da Hainan, attraverso l'Indocina, fino a tutta l'Asia meridionale e l'Australasia, nonché sulle pendici orientali dell'Himalaya.[2]. In Malesia la sua presenza è registrata solo saltuariamente.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Il lodolaio orientale si nutre soprattutto di insetti. Predilige vivere in foreste ed aree boschive di pianura. Per nidificare utilizza nidi costruiti da altri uccelli su alberi, cornicioni di edifici e pareti rocciose.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2009, Falco severus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ Birding-Aus Mailing List Archives

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli