Falange nazional-radicale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Falange Nazional-Radicale)
Il cosiddetto Falanga, simbolo della ONR

Obóz Narodowo-Radykalny Falanga (in polacco), Campo Nazional-Radicale Falange, ONR-Falanga è stato un gruppo politico polacco.

La ONR-Falanga è stata costituita nel 1935 a seguito di una scissione da parte di membri della Obóz Narodowo Radykalny tenutasi nel campo di detenzione Bereza Kartuska dove si trovavano detenuti. Il gruppo è stato guidato da Bolesław Piasecki, e ha raccomandato un totalitarismo cattolico ispirato al falangismo. Tuttavia, anche se chiaramente derivato dal falangismo, è stato sostenuto che il loro cattolicesimo è stato ancora più centrale rispetto a quello spagnolo[1] e questo perché la Polonia era il paese europeo con la maggior percentuale di ebrei.[2] Diffusa in gran parte dei campus universitari, ha sostenuto una politica di forte antisemitismo e da questa base ha lanciato attacchi contro gli studenti ebrei e le imprese ebree.[3]

Temporaneamente il movimento si associò con il Obóz Zjednoczenia Narodowego (OZN) del colonnello Adam Koc, il quale impressionato dalla organizzazione della Falanga-ONR, pose Piasecki responsabile del gruppo giovanile OZN. Koc chiamato alla creazione di uno Stato totalitario intese utilizzare il movimento giovanile al fine di attuare questo, anche se la sua propaganda sconvolgeva molti cittadini moderati pro-governativi. Perciò Koc fu rimosso dalla guida del OZN nel 1938 e sostituito dal generale Stanisław Skwarczyński, che rapidamente tagliò ogni legame con l'ONR-Falanga.[4]

Sebbene considerato un movimento fascista[5], ed egli stesso rifacentesi dichiaratamente alla politica economica del fascismo italiano, e seppur fosse ferocemente antisemita, era aspramente anti-nazista, in quanto il tedesco era nemico naturale dei polacchi.

Difatti fece parte dello Stato segreto polacco che controllava la Resistenza polacca contro gli occupanti tedeschi, mentre durante l'occupazione sovietica i suoi militanti parteciparono alla resistenza coi fratelli della foresta.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Stanley G. Payne, Una storia del fascismo 1914 -1945, London: Routledge, 2001, p. 262
  2. ^ Payne, op cit, pp. 321-2
  3. ^ JW Borejsza, "Est europeo percezione del fascismo italiano, SU Larsen, B. & Hagtvet JP Myklebust,Chi erano i fascisti: radicamento sociale del fascismo europeo, Scandinavian University Press, Oslo, 1980, p. 358
  4. ^ Payne, op cit, p. 322
  5. ^ P. Davies & D. Lynch,Il Routledge Companion al fascismo e l'estrema destra, London: Routledge, 2002. pag 324
fascismo Portale Fascismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fascismo