Fairchild XSM-73 Goose

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fairchild XSM-73 Goose
Bull Goose
L’XSM-73 durante lo sviluppo
L’XSM-73 durante lo sviluppo
Descrizione
Tipo terra-aria
Impiego inganno radar
Sistema di guida preprogrammata inerziale
Costruttore Fairchild
Impostazione 1957
Ritiro dal servizio 1958
Utilizzatore principale Stati Uniti Stati Uniti
Peso e dimensioni
Peso 3490 kg
Lunghezza 10,21 m
Altezza 2,16 m
Larghezza 7,44 m
Prestazioni
Gittata 8850 km
Tangenza 15.200 m
Velocità massima 0.85 Mach
Motore 1 turbogetto Fairchild YJ83-R-3 turbojet; da 10,9 kN di spinta
1 booster Thiokol razzo a propellente solido da 222 kN di spinta per la durata da 3 s

[senza fonte]

voci di missili presenti su Wikipedia

Il Fairchild XSM-73 Goose (in origine Bull Goose - "oca") era un prototipo pensato per l'U.S. Air Force per svolgere le funzioni di "esca" - inganno radar. Negli anni anni cinquanta l'USAF si pose il quesito di aumentare le probabilità di sopravvivenza della sua flotta di bombardieri strategici. Per questo motivo vennero avviati programmi di sviluppo di "esche" in grado di simulare la traccia radar e il comportamento dei velivoli da bombardamento dell'epoca quali il Convair B-36, il B-47 Stratojet e il B-52 Stratofortress. Il programma XSM-73 venne avviato nel 1957. Il piano di utilizzo del sistema d'arma prevedeva la realizzazione di 2300 esemplari da lanciare da basi situate a terra nel giro di due ore[1] per saturare la difesa aerea sovietica riempendo gli schermi radar di falsi bersagli.

L'XSM-73 aveva una autonomia di 8850 km e un sistema di guida stabilizzato da giroscopi, in questo rivelandosi un precursore del concetto di missile da crociera. Per migliorare la simulazione, il velivolo senza pilota imbarcava dei riflettori radar e equipaggiamenti elettronici per la guerra elettronica e per l'intensificazione dell'eco radar.

Il XSM-73 Goose in volo. Visibile il razzo booster per il decollo

Il velivolo utilizzava tecnologie dei materiali innovativi per l'epoca, avendo le ali realizzate in materiali compositi, ma il prototipo venne afflitto da problemi ai motori, al razzo booster di decollo, alla struttura in composito e non si rivelò efficace nel simulare l'immagine radar dei bombardieri che doveva proteggere. Il programma, a corto di fondi, venne cancellato dopo un anno di vita nel 1958.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) National Museum of the USAF, Fact Sheet FAIRCHILD B-73 BULL GOOSE, www.nationalmuseum.af.mil. URL consultato il 28-01-2007.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Aviazione Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Aviazione