Face Value

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Face Value
Artista Phil Collins
Tipo album Studio
Pubblicazione 1981
Dischi 1
Tracce 12
Genere[1] Pop rock
Soft rock
Etichetta Atlantic Records, Virgin Records
Produttore Phil Collins, Hugh Padgham
Phil Collins - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1982)

Face Value è il titolo del primo album da solista di Phil Collins. L'album è un lavoro parallelo a quello dei Genesis, dei quali all'epoca Collins era batterista e prima voce.

Collins dichiarò di voler sperimentare suoni differenti, e che fu ispirato dalle opere del suo ex compagno nei Genesis, Peter Gabriel. Molti degli accordi delle canzoni sono stati scritti da Collins, in cui ha anche incorporato alcuni strumenti classici, come i violini. L'ultima sessione di registrazione ha avuto luogo nel gennaio 1981, prima della pubblicazione del singolo di debutto, In the Air Tonight. Diverse canzoni dell'album caratterizzato una visione autobiografica nella vita Collins, al momento, soprattutto per la rabbia che provava per il suo imminente divorzio, le indiscrezioni su In the Air Tonight autobiografica sono stati ampiamente diffusi in America, infatti, i testi erano improvvisati e non hanno alcun significato reale.

Altre canzoni come You Know What I Mean e If Leaving Me Is Easy erano ballate solenni che parlavano di crepacuore. I Missed Again aveva anche un tono solenne, ma è stata rivista come una canzone energica pur concentrando il suo tema di crepacuore.[non chiaro] La ballata jazz This Must Be Love è incentrata sulla nuova storia d'amore (a suo tempo) con Jill Tavelman, che sarebbe divenuta la sua seconda moglie.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. In the Air Tonight - 5:28 (Collins)
  2. This Must be Love - 3:55 (Collins)
  3. Behind The Lines - 3:55 (Banks, Collins, Rutherford)
  4. The Roof is Leaking - 3:18 (Collins)
  5. Droned - 2:49 (Collins)
  6. Hand in Hand - 5:15 (Collins)
  7. I Missed Again - 3:43 (Collins)
  8. You know What i Mean - 2:32 (Collins)
  9. Thunder and Lightning - 4:11 (Collins)
  10. I'm not Moving - 2:35 (Collins)
  11. If Leaving me is Easy - 4:55 (Collins)
  12. Tomorrow Never Knows - 4:05 (Lennon, McCartney)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) William Ruhlmann, Face Value in Allmusic, All Media Network.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock