FIFA 11

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
FIFA 11
Fifa11.png
Trailer del gioco
Sviluppo EA Canada
Pubblicazione Electronic Arts
Serie FIFA
Data di pubblicazione Stati Uniti 28 settembre 2010
Australasia 30 settembre 2010
Europa 1º ottobre 2010
Genere Calcio
Modalità di gioco Giocatore singolo, multiplayer e multiplayer online
Piattaforma PlayStation 3, Xbox 360, Microsoft Windows, PlayStation Portable, Wii, iOS, PlayStation 2, Telefono cellulare, Nintendo DS
Supporto Blu-ray Disc, DVD, UMD, cartuccia DS, Nintendo Optical Disc, Download
Requisiti di sistema Processore: 2,4 GHz
RAM: 1 GB (Windows Vista e 7: 2 GB)
Scheda video: 256 MB di RAM
Scheda audio: DirectX 9.0c
Lettore DVD-ROM: 8x
Disco rigido: 8 GB
DirectX: 9.0c
Sistema operativo: Microsoft Windows XP, Vista e 7
Periferiche di input Gamepad, tastiera, mouse
Espansioni FIFA 11 Ultimate Team
Preceduto da FIFA 10
Seguito da FIFA 12

FIFA 11 è un videogioco di calcio sviluppato e pubblicato da Electronic Arts, distribuito a partire dal 28 settembre 2010 in America del Nord, dal 30 settembre 2010 in Australasia e dal 1º ottobre 2010 in Europa.[1] Il gioco è disponibile per PlayStation 2, PlayStation 3, Xbox 360, Wii, PC, Nintendo DS, PlayStation Portable, iPhone e iPad. È il 18º titolo della serie FIFA: lo slogan è "We are 11". La demo è disponibile per PlayStation 3, Xbox 360 e PC dal 15 settembre 2010.[2][3].

Copertine[modifica | modifica wikitesto]

In ogni edizione è presente Kaká affiancato da:

Eccetto:

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Il presidente di EA Canada, Peter Moore, ha affermato che per migliorare ancora dopo FIFA 10 sono all'esame i suggerimenti provenienti dalla community dei giocatori e si sta facendo un esame autocritico su quello che può essere migliorato[4] e quindi offrire ogni anno un titolo più esaltante e dettagliato. Un altro obiettivo del team è migliorare la "modalità allenatore" di cui alcuni utenti si sono lamentati dicendo che è approssimativa e poco approfondita[5]. EA Canada, quindi si sta concentrando molto sul miglioramento del comparto grafico, già di grande impatto sul capitolo precedente[6]. Simon Humber, uno dei producer del titolo ha affermato inoltre che ci potrebbe essere una penalità di classifica per chi dovesse uscire da una partita online in corso di svolgimento, soprattutto se con l'avversario in vantaggio, ma certamente si terrà conto delle disconnessioni causate dalla linea internet[7]. Il 9 maggio 2010 Electronic Arts conferma che la 18ª edizione del famoso videogioco calcistico FIFA verrà presentata al prossimo E3 di Los Angeles[8]

Nuove caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Per la prima volta la versione PC è identica alle versioni PS3 e Xbox 360, quindi next-gen.[9][10] C'è un sistema nuovo di passaggi, chiamato Pro Passing, in cui la pressione del tasto influisce sulla precisione del passaggio anche con le assistenze. È possibile importare cori ed inni personalizzati e canzoni salvate sull'hard disk. Le modalità allenatore e professionista sono state unite, creando la nuova modalità carriera, in cui si può scegliere di essere un allenatore, giocatore o giocatore-allenatore per quindici stagioni. In questa modalità sono stati rivisti i trasferimenti e la gestione dei contratti rispetto alla modalità allenatore di FIFA 10.

È possibile anche controllare i portieri in tutte le modalità di gioco, tra cui una chiamata 11 contro 11 online e nella modalità professionista. È stato reinserito il fallo di mano, che potrà essere disattivato sempre o solo in area di rigore. Sono state aggiunte nuove esultanze e migliorate quelle già esistenti con la possibilità di festeggiare con più giocatori oppure di creare un'esultanza predefinita per uno specifico calciatore. I portieri sono stati migliorati, eliminando i difetti presenti nel precedente episodio del videogioco. Per la prima volta, i replay e gli highlights possono essere salvati anche sul disco rigido.[11] C'è infine una caratteristica chiamata Personality+, in cui le abilità reali di ogni giocatore sono incluse nel gioco.

Patch[modifica | modifica wikitesto]

Per le versioni PlayStation 3, Xbox 360 e PC sono disponibili vari aggiornamenti del gioco:

  • La prima patch è stata resa disponibile a partire dal giorno di lancio. Essa corregge diversi errori.
  • La seconda è uscita il 2 novembre 2010 e prepara il gioco per l'espansione Ultimate Team.
  • La terza è uscita il 12 novembre 2010 e corregge i tiri, la regola del fuorigioco, i passaggi nella modalità online ed altri errori minori.
  • La quarta è uscita il 23 febbraio 2011 e aggiorna le rose delle squadre dopo la sessione invernale di calciomercato. Inoltre vengono modificati i valori delle squadre e dei giocatori.
  • La quinta è uscita il 16 marzo 2011 e porta miglioramenti alla modalità carriera e all'intelligenza artificiale.

FIFA 11 Ultimate Team[modifica | modifica wikitesto]

Dal 3 novembre 2010 è disponibile su PlayStation Network e Xbox Live la nuova edizione dell'espansione Ultimate Team. Al contrario dei precedenti anni, quest'anno il DLC è completamente gratuito. Anche se si trova anche nelle versioni di Nintendo DS, viene rinominato il nome in "Ultimate Team 11".

Commento[modifica | modifica wikitesto]

Anche quest'anno, come per i precedenti 4 capitoli della serie, i commenti delle partite in italiano sono stati affidati ai telecronisti di Sky, Fabio Caressa e Giuseppe Bergomi. Come sempre, nelle versioni per Nintendo DS, la telecronaca è inglese, ma a differenza delle altre versioni il commento può essere anche in lingua tedesca.

Campionati[modifica | modifica wikitesto]

FIFA 11 include 31 campionati, e per la prima volta il campionato russo è stato inserito in tutte le versioni del gioco tranne per Nintendo DS, mentre in FIFA 10 era disponibile solo per PlayStation 2, PlayStation Portable e PC.

Resto del mondo[modifica | modifica wikitesto]

Nazionali[modifica | modifica wikitesto]

FIFA 11 ha 39 nazionali, 2 in meno di FIFA 10 (Paraguay e Ucraina).

Stadi[modifica | modifica wikitesto]

Stadi ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

# Stadio Nome Reale Luogo Bandiera Squadra
1 Allianz Arena Allianz Arena Germania Germania Bayern Monaco Bayern Monaco Monaco 1860 Monaco 1860
2 Amsterdam ArenA Amsterdam ArenA Paesi Bassi Paesi Bassi Ajax Ajax
3 Anfield Anfield Inghilterra Inghilterra Liverpool Liverpool
4 Azteca Azteca Messico Messico America América
5 Camp Nou Camp Nou Spagna Spagna Barcellona Barcellona
6 Delle Alpi Stadio delle Alpi Italia Italia Juventus Juventus
7 Emirates Stadium Emirates Stadium Inghilterra Inghilterra Arsenal Arsenal
8 Stade de Gerland Stade de Gerland Francia Francia O. Lione O. Lione
9 Mestalla Mestalla Spagna Spagna Valencia Valencia
10 Imtech Arena HSH Nordbank Arena Germania Germania Amburgo Amburgo
11 Old Trafford Old Trafford Inghilterra Inghilterra Manchester Utd Manchester United
12 Olympiastadion Olympiastadion Germania Germania Hertha Berlino Hertha Berlino
13 Parc des Princes Parc des Princes Francia Francia Paris SG Paris SG
14 San Siro Giuseppe Meazza Italia Italia Milan Milan Inter Inter
15 Santiago Bernabéu Santiago Bernabéu Spagna Spagna Real Madrid Real Madrid
16 Signal Iduna Park Signal Iduna Park Germania Germania Bor. Dortmund Bor. Dortmund
17 St James' Park St James' Park Inghilterra Inghilterra Newcastle Newcastle
18 Stade Vélodrome Stade Vélodrome Francia Francia O. Marsiglia O. Marsiglia
19 Stadio Olimpico Olimpico Italia Italia Roma Roma Lazio Lazio
20 Stamford Bridge Stamford Bridge Inghilterra Inghilterra Chelsea Chelsea
21 Veltins Arena Veltins-Arena Germania Germania Schalke 04 Schalke 04
22 Vicente Calderón Vicente Calderón Spagna Spagna Atletico Madrid Atlético Madrid
23 Wembley Wembley Inghilterra Inghilterra Inghilterra Inghilterra

Stadi generici[modifica | modifica wikitesto]

  • Akaaroa Stadium
  • Aloha Park
  • Arena D'oro
  • Country Park Arena
  • Court Lane
  • Eastpoint Arena
  • El Bombastico
  • El Medio
  • El Reducto
  • Estadio de las Artes
  • Estadio del Pueblo
  • Estadio Latino
  • Estadio Presidente G.Lopes
  • FLC Inglese
  • Forest Park Stadium
  • Ivy Lane
  • O Dromo
  • Olimpico Arena
  • Prateistvi Arena
  • Serie C1 Europa
  • Stade Kokoto
  • Stade Municipal
  • Stadio FIWC
  • Stadion 23. Maj
  • Stadion Europa
  • Stadion Hanguk
  • Stadion Neder
  • Stadion Olympik
  • Town Park
  • Union Park Stadium

Stadi da allenamento[modifica | modifica wikitesto]

  • Arena Africa
  • Arena Nord America
  • Arena Sud America
  • Arena Europa Meridionale
 
  • Arena Europa Orientale
  • Arena Europa Centrale
  • Arena Regno Unito
  • Arena Asia

Soundtrack[modifica | modifica wikitesto]

Successo[modifica | modifica wikitesto]

Una settimana dopo l'uscita ufficiale in Europa, EA ha dichiarato di aver venduto 2,6 milioni di copie, superando i precedenti record dei giochi sportivi. Il primo giorno, inoltre, sono state giocate 11,3 milioni di partite online.[17][18][19][20] A novembre 2010 il gioco ha venduto 8 milioni di copie.[21]

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

FIFA 11 è stato accolto positivamente con voto 9.5 su 10 da parte di IGN UK e 10/10 da Official PlayStation Magazine (UK), il primo gioco della serie a cui viene assegnato il punteggio pieno. Eurogamer lo ha valutato con 8/10 riassumendo: "Al suo meglio FIFA 11 è enormemente divertente e dotato di un motore brillante, ma nella sua battaglia per essere più vario e realistico ha perso parte del suo slancio, e fuori dal campo il ritorno sta iniziando a diminuire".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Data di uscita ufficiale FIFA 11
  2. ^ FIFA 11 download demo Xbox 360, PlayStation 3 e PC il 15 settembre
  3. ^ FIFA 11: tutti i dettagli della demo
  4. ^ Intervista a Peter Moore
  5. ^ EA Canada già a lavoro sul nuovo titolo calcistico
  6. ^ EA Sports si concentra sul fotorealismo
  7. ^ In FIFA 11 un sistema di penalizzazione per chi si disconnette
  8. ^ Fifa 11 sarà presentato all'E3 di Los Angeles.
  9. ^ Versione PC: facciamo chiarezza
  10. ^ FIFA 11 per pc sarà next-gen
  11. ^ In FIFA 11 si potranno salvare i replay
  12. ^ L'Atlético Goianiense, l'Avaí, il Ceará, il Goiás, il Grêmio Prudente, il Guarani, l'Internacional e il Vitória presentano loghi e divise non originali perché non hanno autorizzato i produttori del gioco ad utilizzare il proprio nome.
  13. ^ Il Palermo presenta divise e logo non originali perché non ha autorizzato i produttori del gioco.
  14. ^ Solo 2 squadre con licenza (Empoli e Frosinone), 20 squadre presentano loghi e divise non originali perché non hanno autorizzato i produttori del gioco ad utilizzare il proprio nome.
  15. ^ Il Marítimo e il Portimonense presentano loghi e divise non originali perché non hanno autorizzato i produttori del gioco ad utilizzare il proprio nome.
  16. ^ a b c d e f g h Presenta logo e divise non originali.
  17. ^ EA, record senza eguali per FIFA 11
  18. ^ FIFA 11 segna il goal più bello, vendite da record
  19. ^ FIFA 11 frantuma ogni record
  20. ^ FIFA 11 da record: miglior lancio di un titolo sportivo mai avvenuto
  21. ^ Risultati finanziari EA: distribuite otto milioni di copie di Fifa 11, Gamemag.it, 04-11-2010. URL consultato il 4-11-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]