FIBA European Champions Cup 1963-1964

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
FIBA European Champions Cup 1963-1964
Competizione FIBA European Champions Cup
Sport Basketball pictogram.svg Pallacanestro
Edizione
Organizzatore FIBA Europe
Date 29 ottobre 1963 - 10 maggio 1964
Partecipanti 23
Nazioni 23
Risultati
Vincitore Real Madrid Real Madrid
(1º titolo)
Secondo Spartak ZJŠ Brno Spartak ZJŠ Brno
Statistiche
Incontri disputati 40
Punti segnati 6 268 (156,7 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1962-63 1964-65 Right arrow.svg

La Coppa dei Campioni 1963-1964 di pallacanestro venne vinta dagli spagnoli del Real Madrid, alla terza finale consecutiva della manifestazioni, sui cecoslovacchi dello Spartak Brno.

Turno di qualificazione[modifica | modifica wikitesto]

Team #1 Agg. Team #2 Andata Ritorno
Handelsministerium Vienna Austria 133 - 184 Cecoslovacchia Spartak Brno 71-105 62-79
AEK Atene Grecia 141 - 154 Turchia Galatasaray Istanbul 73-66 68-88
SMB Losanna Svizzera 119 - 161 Germania Est Chemie Halle 59-72 60-89
Alvik Stoccolma Svezia 147 - 173 Polonia Legia Varsavia 80-98 67-75
Celtic Belfast Irlanda del Nord 119 - 209 Spagna Real Madrid 73-102 46-107
Etzella Ettelbruck Lussemburgo 114 - 145 Francia Paris Université Club 57-73 57-72
Akademik Sofia Flag of Bulgaria (1948-1967).svg 141 - 149 Jugoslavia OKK Belgrado 61-68 80-81
Alliance Casablanca Marocco 116 - 177 Belgio Antwerp BC 54-73 62-104

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Le partite di andata furono disputate tra il 19 e il 21 dicembre 1963 (una partita aveva dovuto disputare il 24 dicembre, ma fu cancellata), di ritorno tra il 5 e il 23 gennaio 1964.

Team #1 Agg. Team #2 Andata Ritorno
Kisa-Toverit Helsinki Finlandia 139 - 129 Germania Est Chemie Halle 75-64 64-65
Antwerp BC Belgio 170 - 180 Italia Simmenthal Milano 84-90 86-90
Galatasaray Istanbul Turchia 131 - 131[1] Romania Steaua Bucureşti 69-51 62-80
[2]Benfica Lisbona Portogallo Polonia Legia Varsavia
Alemannia Aachen Germania Ovest 112 - 208 Spagna Real Madrid 69-93 43-115
OKK Belgrado Jugoslavia 105 - 63 Francia Paris Université Club [3] 105-63
Maccabi Tel Aviv Israele 111 - 154 Cecoslovacchia Spartak Brno 60-58 51-96

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Le partite di andata furono disputate tra il 6 e il 12 febbraio, di ritorno tra il 19 e il 23 febbraio 1964.

Team #1 Agg. Team #2 Andata Ritorno
Steaua Bucureşti Romania 169 - 196 Cecoslovacchia Spartak Brno 94-92 75-104
Simmenthal Milano Italia 186 - 167 Finlandia Kisa-Toverit Helsinki 99-70 87-97
Legia Varsavia Polonia 176 - 194 Spagna Real Madrid 90-102 86-92
OKK Belgrado Jugoslavia * URSS CSKA Mosca[4]

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Le partite di andata furono disputate il 11 e il 12 marzo, di ritorno il 25 marzo e il 1o aprile 1964.

Team #1 Agg. Team #2 Andata Ritorno
OKK Belgrado Jugoslavia 178 - 179 Cecoslovacchia Spartak Brno 103-94 75-85
Simmenthal Milano Italia 160 - 178 Spagna Real Madrid 82-77 78-101

Finale[modifica | modifica wikitesto]

La partita di andata fu disputata il 27 aprile, di ritorno il 10 maggio 1964.

Team #1 Agg. Team #2 Andata Ritorno
Spartak Brno Cecoslovacchia 174 - 183 Spagna Real Madrid 110-99 64-84


Coppa dei Campioni 1963-1964

600px Bianco viola reale.png

Real Madrid
1º titolo

Formazione vincitrice[modifica | modifica wikitesto]

N. Naz.   Ruolo Sportivo   Alt.  
4 Spagna   P Ignacio San Martín      
5 Spagna   A José Ramón Durand      
6 Spagna   P Julio Descartín      
7 Spagna   G Lolo Sainz      
9 Spagna   A Antonio Palmero      
10 Spagna   AP Emiliano Rodríguez      
11 Spagna   P Carlos Sevillano      
12 Stati Uniti   C Bill Hanson      
13 Stati Uniti   C Clifford Luyk      
14 Stati Uniti   C Bob Burgess      
15 Spagna   C Moncho Monsalve      
  Spagna   All. Joaquín Hernández      

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ una terza gara di spareggio tenuta a Bucarest vide la vittoria dello Steaua Bucureşti per 57-56
  2. ^ ritirato
  3. ^ la partita fu cancellata poiché la squsdra francese non avesse potuto arrivare a Belgrado per maltempo forte
  4. ^ ritirato

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]