Fédération Autonomiste

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fédération Autonomiste
Logo Federation Autonomiste.jpg
Segretario Claudio Lavoyer
Stato Italia Italia
Fondazione 1998
Sede Rue de Chambéry, 50
11100 Aosta
Ideologia Regionalismo,[1]
Autonomismo[2]
Collocazione Centro[1] / Centrodestra
Coalizione Stella Alpina (2001-2003)
L'Ulivo (2005)
Vallée d'Aoste (2006- )
Seggi Camera
0 / 630
 (2013)
Seggi Senato
0 / 315
 (2013)
Seggi Europarlamento
0 / 73
 (2009)
Seggi Conseil de la Vallée
0 / 35
 (2013)
[3]
Sito web federationautonomiste.org

Fédération Autonomiste (FA) è un partito politico italiano, di orientamento regionalista e centrista, attivo in Valle d'Aosta dal 1998.[1]

Esso si è affermato in seguito alla confluenza di due distinti soggetti politici, gli Autonomisti Democratici Progressisti, nati nel 1984, e l'Alleanza Popolare Autonomista, fondata nel 1992. Dal 2013 diviene un partito extraparlamentare, non avendo eletti nelle assemblee legislative.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

FA si presenta per la prima volta in occasione delle elezioni regionali in Valle d'Aosta del 1998, alle quali ottiene il 9,7% dei voti e quattro seggi.

Nel 2001, Féderation forma insieme agli Autonomisti – Autonomistes il movimento Stella Alpina, che partecipa alle elezioni regionali del 2003 come alternativa alla coalizione di centrosinistra formata da Union Valdôtaine e Democratici di Sinistra.[4] La lista Stella Alpina ottiene solo il 19,8% dei voti e Fédération torna a formare il suo gruppo, uscendo dalla Stella Alpina e avvicinandosi ai DS.[4]

Il 26 febbraio 2005 entra nell'Ulivo, federazione di partiti di centrosinistra formata a livello nazionale da DS, Margherita, SDI e Repubblicani Europei.[4][5]

Alle elezioni politiche del 2006, FA costituisce insieme all'Union Valdôtaine e alla stessa Stella Alpina la lista autonomista Vallée d'Aoste - Autonomie Progrès Fédéralisme, che viene però sconfitta dalla neonata formazione Autonomie Liberté Démocratie (formata da Renouveau Valdôtain, Vallée d'Aoste Vive, e la coalizione di centrosinistra dell'Unione).

Alle elezioni politiche del 2008, FA conferma l'adesione alla lista comune che riesce a eleggere il proprio rappresentante al Senato.

In occasione delle elezioni regionali del 2008, ha ottenuto 6,2% dei voti e due seggi, ed è entrata nella coalizione di maggioranza nel governo regionale con l'Union Valdôtaine e la Stella Alpina.

Il 15 gennaio 2013 l'ex segretario Leonardo La Torre lascia il partito, la cui rappresentanza in consiglio regionale si è così ridotta a un solo consigliere.[6]

Alle elezioni politiche del 2013, si presenta nuovamente la lista Vallée d'Aoste, che riesce questa volta a eleggere i propri rappresentanti sia al Senato che alla Camera, i quali però non appartengono alla Fédération Autonomiste .

Il 21 marzo 2013 Fédération Autonomiste e Unione di Centro hanno annunciato un'intesa in vista delle elezioni regionali del 2013, per rafforzare l'area autonomista moderata e cattolica.[7] In tali elezioni raccoglie tuttavia solo il 2,18% dei voti, non riuscendo così ad eleggere nessun consigliere regionale.

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

In occasione delle elezioni regionali del 2010 in Piemonte, si è presentata, in una coalizione che comprendeva anche Grilli Parlanti-No Euro, Forza Nuova e UDEUR, una lista denominata Destra Sociale, ideata da Fiamma Tricolore, nel cui contrassegno compariva anche il simbolo di Fédération Autonomiste. Il segretario di FA Leonardo La Torre ha smentito un accordo con Fiamma Tricolore, sostenendo di aver concesso l'uso del simbolo esclusivamente alla Democrazia Cristiana di Giuseppe Pizza solamente per evitarle la raccolta delle firme per presentare le liste, e annunciando quindi azioni legali nei confronti di Fiamma Tricolore.[4][8]

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Voti % Differenza (%) Seggi Differenza (seggi)
Elezioni regionali (1998) 7.561 9,66 Straight Line Steady.svg
4 / 35
Straight Line Steady.svg
Elezioni regionali (2008) 4.536 6,17 Red Arrow Down.svg 3,49
2 / 35
Red Arrow Down.svg 2
Elezioni regionali (2013) 1.572 2,18 Red Arrow Down.svg 3,99
0 / 35
Red Arrow Down.svg 2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Parties and elections - Aosta Valley. URL consultato il 3 gennaio 2013.
  2. ^ VDAglocal.it, Perron (Uv): «Il Pdl sarà fuori dalla coalizione per le politiche», 28 dicembre 2012. URL consultato il 7 febbraio 2013.
  3. ^ Composizione dei gruppi consiliari in Consiglio Regionale della Valle d'Aosta. URL consultato il 7 febbraio 2013.
  4. ^ a b c d Alessandro Mano, La partita a scacchi di Fédération, VdA Today, 13 marzo 2010. URL consultato il 6 aprile 2013.
  5. ^ Ds-Gv, Fédération e Margherita insieme nella 'Fed' per Grimod. 'Incoerenza totale' dice Riccarand, 12vda.it, 26 febbraio 2005. URL consultato il 6 aprile 2013.
  6. ^ "Divorzio consensuale" in casa Fédération tra La Torre e Lavoyer, Aostaoggi.it, 16 gennaio 2013. URL consultato il 12 aprile 2013.
  7. ^ FA e UdC Valle d'Aosta siglano patto politico-elettorale, Fédération Autonomiste, 21 marzo 2013. URL consultato il 6 aprile 2013.
  8. ^ Regionali: Piemonte; querelle Fédération-Fiamma Tricolore, Atuttadestra. URL consultato il 6 aprile 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]